Mercato, l’Avellino ha scelto: in porta da Radu…novic a Radu

Per l'Avellino si prospetta l'arrivo di un altro portiere straniero

Il toto-portiere per i lupi sembra finalmente avere una fine. Dopo il clamoroso stop imposto da mister Zeman, per Pigliacelli, l’impossibilità di arrivare a Ujkani, si era parlato di Zima, ma forse per quest’ultimo non si è convinti della formula (ancora per un altro ennesimo anno l’Avellino deve avere un portiere con un prestito secco?).

Ed ecco allora la novità: Ionut Radu, portiere dell’Inter e della nazionale Under 21 rumena, classe 1997, che non rientra nei piani di Spalletti (non è partito per il ritiro nerazzurro di Riscone). Portiere di quasi un metro e novanta, molto reattivo ha la sua straordinaria capacità migliore di ipnotizzare chiunque gli si presenti davanti dal dischetto (un autentico pararigori).

Ma Radu, non è solo questo, nonostante la sua grande stazza infatti, non disdegna un ottimo piede ed è molto bravo nelle uscite. Arriverà in prestito, ma stavolta con riscatto e controriscatto a favore dei lupi. Finalmente, il direttore De Vito mette a segno un acquisto molto utile anche in prospettiva futura: è Ionut Radu il portiere dell’Avellino, con Lezzerini che gli farà da secondo ed entrambi possono avere una certa continuità (finalmente la squadra biancoverde avrà ben due portieri di proprietà, e se sul portiere ex Fiorentina c’è qualche dubbio, sulla saracinesca scuola Inter, si deve solo essere felici).

E adesso si andrà a completare la rosa biancoverde per la prossima stagione, con in difesa Kresic ex Trapani dell’Atalanta ma sopratutto Leonardo Blanchard autentico top-player della categoria, visto che l’Avellino non aspetterà oltre Marchizza.

A centrocampo si è completi mentre in attacco il trio Citro-Morosini-Cisse con Mokulu partente farebbe sognare i tifosi biancoverdi. E allora si, che si potrà parlare di un mercato da 10. Un mercato da lupi.