Milan Nitriansky (Avellino Calcio) Piange nello Spogliatoio

Non è facile ambientarsi in un campionato nuovo per un calciatore, soprattutto quando in rosa nessuno parla la tua lingua e in campo non brilli. La Serie B, ed in generale il calcio italiano, a volte non lascia scampo. Se poi ci mettiamo che al minimo errore vieni bersagliato dai fischi di una piazza troppo pretenziosa la frittata è fatta. Quanto accaduto a Milan Nitriansky tra il primo e il secondo tempo di Avellino-Novara è “una stretta al cuore“, come dichiarato dal tecnico Attilio Tesser. L’ex Slavia Praga si è lasciato andare ad un pianto liberatorio nello spogliatoio. Il difensore ceco, dopo l’ennesima prova incolore, era stato sostituito dopo soli 45 minuti per far posto a Constantin Nica.

Consolato dai compagni, Attilio Tesser ha rivelato l’accaduto in conferenza stampa: “Mi dispiace per Milan, è un bravo ragazzo oltre che un ottimo calciatore. Ha giocato un grande pre-campionato ma ora è in difficoltà. Lo faccio giocare perché spero che si riprenda”.

Acquistato a gennaio dai lupi a parametro zero, grazie alla mediazione di Salvatore Bagni, Nitriansky si è fatto valere nel ritiro di Sturno, ma le prime uscite in partite ufficiali non sono state positive. Schierato da terzino destro, ruolo già ricoperto in Repubblica Ceca nonostante nasca centrale di difesa, Nitriansky non è riuscito ancora ad esprimersi al meglio delle sue possibilità. Come accaduto con Luca Bittante all’inizio della passata stagione, il difensore è bersagliato dalle critiche dei tifosi. All’ex terzino dell’Avellino bastarono un paio di partite per riprendersi la stima ed il rispetto della piazza, dopo aver toccato il fondo con l’autorete in casa contro il Livorno. Chissà che anche Nitriansky non riuscirà a riprendersi e far finalmente vedere di che pasta è fatto.

Leggi anche: