Modena-Avellino, Pietro Visconti difensore centrale?

Modena-Avellino, è emergenza difesa. Squalificati Luca Bittante e Fabio Pisacane, infortunati Fabbro e Vergara, si attende la decisione sul ricorso presentato dai lupi sulla squalifica di tre giornate a Rodrigo Ely dopo l’espulsione contro il Lanciano. In caso di responso negativo, Rastelli avrà a disposizione soltanto uno dei cinque difensori centrali in rosa: Marco Chiosa. Il tecnico biancoverde dovrà pensare a delle contromisure per la sfida contro i gialloblù ed una delle sorprese potrebbe essere l’utilizzo di Pietro Visconti da centrale di difesa. Visconti, 25enne arrivato quest’estate dalla Cremonese, ha mosso i suoi primi passi nel calcio professionistico proprio in quel ruolo.

Esordio in Serie B con la maglia del Piacenza, proprio nella squadra emiliana allenata di mister Monaco, nella stagione 2011/2012 in Prima Divisione, Visconti veniva schierato come difensore centrale, prima di passare alla Cremonese. Nelle due stagioni a Cremona, prima Torrente e poi Dionigi lo hanno trasformato in un terzino sinistro di spinta, che ha contribuito alla qualificazione ai playoff della squadra grigiorossa. Grazie alle suo ottime prestazioni, si è guadagnato la chiamata del ds Enzo De Vito e la Serie B con l’Avellino. Chissà che mister Rastelli non ripercorra le orme di Monaco e decida di schierare Visconti da centrale, come ha già fatto in passato con Luca Bittante, per sopperire a quest’emergenza senza precedenti.

QUANDO VISCONTI GIOCAVA DA DIFENSORE CENTRALE

TUTTO SU MODENA-AVELLINO

Leggi anche –> Verso Modena, emergenza difesa per Massimo Rastelli

Leggi anche –> Modena-Avellino, squalificati Bittante, Pisacane e Cionek