Morte Antonio Sibilia, ecco i campioni che ha lanciato (Foto)

La morte di Antonio Sibilia riporta subito alla mente tutti i campioni che il Commendatore ha lanciato durante la sua presidenza dell’Avellino. Di seguito, Avellino-Calcio.it vi propone alcune foto dei più celebri calciatori transitati per il Partenio durante gli anni in cui Sibilia era alla guida dei Lupi, sicuramente i migliori anni di tutta la storia biancoverde. Un vuoto incredibile c’è ora nel mondo del calcio biancoverde: il ricordo è commosso anche presso l’attuale presidente Walter Taccone che, in un comunicato, ha espresso il suo cordoglio.

Ad Avellino, durante gli anni di Sibilia ha giocato Andrea Carnevale, bomber che ha fatto le fortune del Napoli di Maradona e della Roma, oltre che della Nazionale Italiana con la quale ha giocato i Mondiali del 1990. Tra il 1981 e il 1985, invece, in Irpinia c’era Barbadillo, ala destra peruviana velocissima che in biancoverde ha collezionato 81 presenze. Tra i campioni più famosi lanciati da Sibilia c’è sicuramente il brasiliano Juary, noto per i suoi balletti intorno alla bandierina dopo ogni gol.

Geronimo Barbadillo
Geronimo Barbadillo in una foto d’epoca con la maglia dell’Avellino

La lista dei campioni che Sibilia ha lanciato durante i suoi anni avellinesi si arricchisce con i nomi di Salvatore Bagni, altro perno del Napoli maradoniano, e di Ramon Diaz, transitato anche nel Napoli e nell’Inter oltre che nella Nazionale argentina. Impossibile non citare Ciccio Baiano che a 17 anni ha esordito in A con l’Avellino prima di affermarsi grazie a Zeman al Foggia. Anche Ravanelli, che con la Juventus ha vinto una Champions League, deve molto, forse tutto, a Sibilia e all’Avellino.

Baiano-Ravanelli
Baiano e Ravanelli compagni di squadra ai tempi dell’Avellino

Cervone, Tacconi, Garella e Taglialatela sono quattro dei più famosi portieri che l’Avellino ha avuto durante gli anni di Sibilia: la loro carriera parla chiaro su quanto l’ex presidente irpino masticava di calcio e sapeva individuare i calciatori giusti. Colantuono e Colomba, ora allenatori, hanno fatto la loro gavetta da calciatori proprio con la maglia dell’Avellino.

stefano-tacconi
Stefano Tacconi è stato portiere dell’Avellino tra il 1980 e il 1983

Tra gli allenatori avuti da Sibilia all’Avellino, impossibile non ricordare Nedo Sonetti, lo stesso Franco Colomba, Eugenio Fascetti, Ottavio Bianchi e Luis Vinicio che, in epoche diverse, hanno difeso i colori biancoverdi. La morte di Antonio Sibilia commuove tutti questi personaggi: il Commendatore di calcio ne capiva e con lui va via un altro pezzo del mondo del pallone nostrano.

TUTTE LE NOTIZIE SULLA MORTE DI ANTONIO SIBILIA

Leggi anche: