Morte Sibilia: il ricordo di Stefano Tacconi ad Avellino-Calcio.it

La morte di Antonio Sibilia ha scosso il mondo del calcio italiano, l’Irpinia piange lo storico presidente dell’Avellino della Serie A e degli anni novanta in Serie C. Ai microfoni di Avellino-Calcio.it uno dei campioni scoperti proprio dal Commendatore, Stefano Tacconi, ha voluto ricordare così il suo ex presidente: “E’ stato un grande presidente, una grandissima persona che amava i suoi giocatori. Mi ha aiutato tantissimo nella mia carriera, mi amava quasi. Abbiamo fatto tre anni importanti in A, l’Avellino ne ha fatti dieci, nessuno meglio di lui può rappresentare Avellino in Italia, d’altronde era un irpino doc. Era uno che aiutava non solo noi ma anche la gente esterna alla squadra. Ogni volta che andava dal barbiere c’era la fila fuori. Credo che sia stato un uomo che ha rappresentato al meglio Avellino e la città di Avellino”.

Tra gli aneddoti che Stefano Tacconi ricorda, lo schiaffo dato a Beniamino Vignola:  “Ricordo che aveva promesso a me e Vignola un premio di cinque milioni di lire. Quando siamo andati a chiederglielo rispose al mio compagno con un bel ceffone. E poi disse a me: “E tu non vuoi niente? No no.. niente”. Insomma me la cavai”. 

Intervista realizzata da Aldo Pio Feoli

TUTTE LE NOTIZIE SULLA MORTE DI ANTONIO SIBILIA

Leggi anche: