Novara-Avellino 1-2, i lupi sfatano il tabù trasferta

Non raccoglieva punti in trasferta dallo scorso 17 aprile, quando sconfisse il Pisa

Matteo Ardemagni che esulta sotto il settore ospiti dopo la sua seconda rete in Novara-Avellino del 23 settembre 2017

Grazie al successo di questo pomeriggio contro il Novara per 2-1, l’Avellino di Walter Novellino, seppur espulso per proteste, ritorna a vincere in trasferta dopo ben sei sconfitte consecutive. Match di oggi che era valevole per la sesta giornata del Campionato di Serie B 2017-18.

Prima di questa vittoria, l’ultimo successo lontano dal Partenio-Lombardi risale allo scorso 17 aprile, quando, con una rete di Lorenzo Laverone, sconfisse il Pisa per 1-0. Da quel match sono arrivate sei sconfitte consecutive. La prima è stata quella di Ascoli per 2-0. Poi sono arrivate altre sconfitte in due derby, ovvero quello contro il Benevento per 2-1 e quello contro la Salernitana per 2-0.

Per quanto riguarda questa stagione, la prima sconfitta è quella dello scorso 13 agosto, al “Marcantonio Bentegodi”, per 3-1 contro l’Hellas Verona dell’ex Daniele Verde in Coppa Italia. In Serie B, invece, la prima fu quella in casa della Cremonese di Attilio Tesser e quella successiva in casa del Cesena, entrambe per 3-1.

A sbloccare il match, al 13esimo minuto, al “Silvio Piola” è stato Matteo Ardemagni. Lancio di Salvatore Molina in area che coglie il bomber dei lupi che è bravo ad inserirsi e con un sumo tocco batte l’estremo difensore del Novara Montipò. Alla mezz’ora di gioco è ancora l’attaccante classe 1987 a siglare la rete del raddoppio. Sponda di testa di Raul Asencio verso l’area di rigore e Ardemagni si inserisce, ancora una volta, perfettamente e, sul filo del fuorigioco, batte ancora una volta l’estremo difensore dei piemontesi. La formazione di casa ha accorciato le distanze, a pochi minuti dal termine del match, con Maniero.

La vittoria di quest’oggi non solo sfata il tabù trasferta, ma anche quello del “Silvio Piola”. Infatti, prima di questa sfida, in sette precedenti in questo campionato, la formazione irpina aveva raccolto soltanto un pareggio (per 0-0 nella stagione 1973-74) e sei sconfitte, di cui l’ultima avvenne nello scorso anno per 1-0 con la rete realizzata da Viola. Ricordiamo che, allora, sulla panchina dell’Avellino si sedeva Domenico Toscano.