Novara-Avellino 1-2, pagelle: Ardemagni ridà il sorriso ai lupi in trasferta

L'Avellino sfata il tabù Novara

Con una doppietta di Ardemagni, si conclude 1-2 la partita Novara-Avellino: i lupi sfatano finalmente il tabù della trasferta. Vediamo le pagelle di questa partita valevole per sesta giornata di campionato serie B 2017/18.

Radu 6: bene tra i pali, un po’ più incerto sulle uscite e sui rinvii, deve acquisire maggiore consapevolezza.

Rizzato 6: svolge il suo compito diligentemente ed è bravo nelle diagonali difensive.

Kresic 6: Difende con ordine e attenzione mostrando una buona intesa col compagno di reparto.

Migliorini 6,5: fa a sportellate con Maniero prima e Macheda poi. In entrambi i confronti ne esce vincitore scegliendo sempre bene il tempo.

Ngawa 7: Indubbiamente il migliore in campo. Dalle sue parti non si passa mai. Puntuale e ordinato in ogni intervento. Gran bella sorpresa!

Laverone 6: maggiormente a suo agio in posizione più avanzata, spinge, crossa e prova qualche conclusione velleitaria da distanza proibitiva.

Dal 77′ Lasik: SV

Paghera 6: prova a spezzare il gioco avversario più che organizzare quello dei suoi. Si becca un giallo dopo 10′ che inevitabilmente lo condiziona.

Dal 55′ D’Angelo 6: deve fare densità in mezzo al campo e ci riesce bene.

Di Tacchio 6,5: tanto lavoro oscuro, ma importantissimo nell’economia della gara, chiude bene gli spazi e all’occorrenza si fa apprezzare per le sue aperture con lunghi lanci.

Molina 7: schierato a sinistra, praticamente nel primo tempo è a tutto campo, salta sempre l’uomo e fornisce l’assist per il primo gol. Cala un po’ nella ripresa, ma numeri di alto livello.

Asencio 6,5: si fa apprezzare nel gioco aereo, aiuta la squadra a salire e mette lo zampino nell’azione del 2-0.

Ardemagni 7: lotta su tutti i palloni e realizza due reti da bomber, potrebbe fare il terzo e chiudere definitivamente la gara ma sbaglia la mira a porta sguarnita.

Dal 80′ Castaldo Sv

Novellino 6,5: cambia ancora formazione, affidandosi ad un equilibrato e azzeccato 4-4-2. Stavolta l’approccio dei suoi è quello giusto ed infatti si torna a casa coi 3 punti. Viene ancora una volta espulso e va a seguire il resto della partita in tribuna con tanto di sciarpa biancoverde al seguito!