Novara-Avellino 4-1, Evacuo: “Doveroso non esultare”

Nel calcio ci sono delle leggi e una di queste è senza dubbio quella del “gol dell’ex”, e anche oggi, a Novara, è stata rispettata. Al “Silvio Piola”, Felice Evacuo purga due volte l’Avellino e regala alla squadra di Baroni 3 punti fondamentali per il prosieguo del campionato.

Al termine dei 90 minuti, il capitano dei piemontesi ha parlato ai microfoni di Sky Sport, spiegando così la “non” esultanza in occasione delle sue realizzazioni: “Ho passato degli anni bellissimi ad Avellino, mi sono tolto tante soddisfazioni e mi sembrava doveroso non esultare, perché i tifosi biancoverdi mi hanno sempre voluto bene e per me rimangono una tifoseria speciale. Nutro grande rispetto per loro”.

Il Novara è in piena corsa play-off e il successo odierno non fa altro che consolidare la sua posizione in classifica: “Nella mia carriera, ho sempre militato in squadre di B che si volevano salvare e compagini di Lega Pro che lottavano per la promozione, mentre quest’anno mi è arrivata la chiamata di una società ambiziosa come il Novara e non ho potuto rifiutare. Voglio aiutare i miei compagni a raggiungere la promozione, nella speranza di poter tornare in Serie A, categoria dove ho collezionato solo due presenze”.

TUTTO SU NOVARA-AVELLINO

Leggi anche –> Novara-Avellino 4-1, Evacuo non perdona e fa doppietta