Nuovo allenatore Avellino: la carriera di Walter Novellino

Walter Alfredo Novellino si appresta a diventare ufficialmente il nuovo allenatore dell’Avellino: la firma arriverà probabilmente domani mattina, mentre per la presentazione si dovrà attendere il pomeriggio. Nel frattempo, andiamo a vedere la carriera dell’esperto tecnico di Montemarano (classe 1953).

Dopo una buona carriera da calciatore, in cui milita, tra le varie squadre, in Ascoli, Perugia e Milan incrociando anche l’Avellino in Serie A, inizia ad allenare nelle giovanili del club umbro nel 1990. Incrocia ancora una volta l’Avellino da avversario nella finale play-off di Serie C del 1995 alla guida del Gualdo, persa dalla squadra umbra ai rigori.

Il suo primo vero successo è la promozione con il Venezia nel 1998, dalla Serie B alla Serie A; quindi un altra promozione con il Napoli nel 2000, con il Piacenza nel 2001 (che poi salva in Serie A nella stagione successiva) e quindi con la Sampdoria nel 2003. A Genova sponda blucerchiata resta fino al 2006-07, ottenendo buoni piazzamenti.

Dopo, inizia la sua parabola discendente: esonerato con il Torino e con la Reggina in Serie A, fa quindi un’esperienza con il Perugia nel 2010-11 da dirigente. Torna ad allenare, con il Livorno (2011-12, Serie B), ma ottiene un altro esonero. Meglio l’esperienza con il Modena, preso in corsa nel marzo 2013 e portato ai play-off.

Nella stagione successiva però interrompe il rapporto anche con la società canarina. L’ultima esperienza è della scorsa stagione, in Serie A con il Palermo di Zamparini, ma dura solo quattro giornate.

Avellino dunque, si profila per Novellino come un importante occasione di riscatto, ma l’impresa non si preannuncia facile, in una squadra che fatica enormemente a creare gioco. L’esperienza del tecnico irpino potrebbe però portare un valore aggiunto a questa squadra, mediamente giovane e inesperta.

Leggi anche:

Nuovo Allenatore Avellino, per Novellino presentazione domani