Nuovo Allenatore Avellino: Nomi Tecnici Svincolati

Il trasferimento di Massimo Rastelli dall’Avellino al Cagliari ha aperto le porte della panchina biancoverde. Sono tantissimi gli allenatori di livello fermi ai box al momento, pronti per abbracciare un nuovo progetto in Irpinia, sotto l’ala del duo Taccone-De Vito. Claudio Foscarini e Walter Novellino rappresentano sicuramente piste percorribili, all’alba di una nuova pianificazione con idee diverse rispetto agli ultimi 3 anni, vogliosi di ripartire, rispettivamente dopo il lungo percorso di Cittadella e il triste esito della stagione di Modena.

Si uniscono a questa lunga ed illustre lista, Attilio Tesser, fresco di divorzio con la Ternana e non intenzionato a prendersi un anno sabatico, e Roberto Boscaglia, sollevato dall’incarico dal Trapani all’inizio del girone d’andata, al termine di un ciclo apertosi in Serie D. I tifosi avellinesi vedrebbero bene in panca anche Sasà Campilongo, allenatore della Casertana, ma ci sono alcuni nostalgici che richiamano addirittura le gesta del boemo Zeman, liberatosi proprio dal Cagliari, in seguito al primo esonero e alle successive dimissioni, alla fine del secondo mandato con i rossoblù.

Sono disponibili a discutere un nuovo contratto anche Alberto Malesani, reduce dalla breve e sfortunata esperienza (5 partite) vissuta a Sassuolo, e Devis Mangia, esonerato dal Bari nel novembre 2014, con un curriculum di tutto rispetto, con Spezia e Italia Under 21 alle spalle. Il nome tirato in ballo da molti è stato quello di Roberto De Zerbi, anche per l’amicizia che lo lega al direttore sportivo Enzo De Vito, ma il tecnico sembra orientato per rimanere a Foggia. Sky, infine, con Gianluca Di Marzio sempre attento sul calciomercato e sui movimenti delle panchine, ipotizza l’arrivo di Mimmo Di Carlo, che ha appena lasciato il Cesena.

Leggi anche :