Pagelle Allupate Avellino – Entella 2-0: Castaldo a tutta birra

Non vincevamo quattro partite consecutive da quando ci avevano dato tre vittorie a tavolino. Avellino – Entella è il capolavoro tattico di Tesser. Una squadra di chianchieri e falegnami che non prende gol, difende in 9 e attacca in 2, ma che ha due palle grosse come quelle che spara Foti sulle date di consegna dei cantieri. Vabbè, quasi. Pagelle allupate: dopo ogni vittoria, son grasse risate.

PAGELLE ALLUPATE AVELLINO – ENTELLA 2-0

Frattali voto 6: due tiri nello specchio, due parate, due bestemmie alla difesa. MEDIA INGLESE

Nitriansky voto 5,5: fino ad oggi, lui e Cutolo si erano incontrati una dozzina di volte in tribunale per patteggiare gli arresti domiciliari. In campo fingono di non conoscersi: devono risolvere un problema di spartizione dopo l’ultima rapina al Banco di Napoli. Entra in scivolata su Keyta talmente in ritardo che fa fare bella figura a Trenitalia. PIEDE DI PORCO

Jidayi

Jidayi voto 6: impreciso in disimpegno, puntuale negli interventi intimidatori a palla lontana. Iacoponi e Costa Ferreira sono usciti dal Partenio con lo stesso tatuaggio a 6 tacchetti sulle caviglie. MOJO TATTOO

Chiosa voto 6: lotta a testa alta, coltello tra i denti e coltellino a serramanico in pugno. Si fa rispettare, nonostante l’espressività da Pikachu appena uscito dalla Pokeball. CHIOSA CATCH ‘EM ALL

Nica s.v.: esce dopo mezz’ora per un problema muscolare alla coscia sinistra. Causato dalle eccessive sfrizionate con la Porsche nel parcheggio del Partenio. NEED FOR SPEED (Dal 36′ Giron voto 6: quando in campo c’è lui, la fascia sinistra dell’Avellino sparisce in un varco spazio-temporale in cui non succede un cazzo. MOLISE)

nica-porsche

D’Angelo voto 6: il capitano è un po’ appesantito dalla degustazione di 12 panettoni da Dolciarte. Cerca la rovesciata a inizio ripresa, ma prende 1/4 di pallone e 3/4 di pulviscolo atmosferico, e si fa prendere per il culo persino da Bastien. MA-SCARPONE

Arini voto 6,5: prende più legnate lui di una pentolaccia. Incassa con signorilità, ma si premura di prendere nota dei numeri di targa delle auto di tutti i centrocampisti liguri. Dalla sua testa arrivano l’assist per Castaldo e il nuovo progetto del tunnel, che collegherà direttamente piazza Libertà con il Santuario di Montevergine. PIANO REGOLATORE

Gavazzi voto 6,5: ci prova col destro e col sinistro. Ha i piedi caldissimi. Anche se le pattine dei Minions non sono propriamente regolamentari. PANTOFOLA D’ORO (Dall’81’ Ligi s.v.: se avesse avuto in panchina cemento e cazzuola per tirare su un muretto davanti alla porta, Tesser avrebbe fatto entrare anche quelle. IL MURO DI AVELLINO)

Davide Gavazzi Avellino

Bastien voto 5,5: ci viene il dubbio che Tesser sotto sotto sia un po’ stronzo a metterlo ancora dietro le punte. Samuel continua imperterrito a farsi mobbizzare, anche se è a suo agio come Rocco Siffredi in un gay bar. TREQUARTRISTE (Dal 70′ Rea s.v.: cambio leggermente difensivo di Tesser, che oltre a Rea fa entrare in campo anche una striscia chiodata da mettere al limite dell’area di rigore. LINEA MAGINOT)

Trotta voto 6,5: gol da rapinatore d’area e da scippatore di vecchiette. Si fa ipnotizzare da Iacobucci sul raddoppio: potrebbe venire giù lo stadio per la doppietta, invece cascano solo una dozzina di santi, nominati non invano dalla Curva Sud. A TROTTA DI COLLO

Castaldo voto 7 IL MIGLIORE: fa tutto il lavoro sporco, inclusi i pannolini di Insigne. Regala un assist a Trotta che neanche Madre Teresa di Calcutta. Meritatissimo il gol del raddoppio: festeggia mimando di bere una Ceres con Zito. In realtà la Ceres c’era davvero, ma Zito nell’intervallo non ha resistito… A TUTTA BIRRA

Castaldo-a-Sky-Sport

All. Tesser voto 6,5: insiste con il 4-3-1-2, anche se i terzini soffrono più di un chiattone in una sauna. Bastien dietro le punte rasenta il sacrificio umano. Nella ripresa arretra il baricentro della squadra talmente tanto che Frattali deve chiedere a Trotta di togliere i guanti da portiere per non fare confusione. Siamo più brutti da vedere di Rosi Bindi in perizoma: macchiccazzosenefrega, quarta vittoria consecutiva. LUPO SORNIONE

Arbitro Sacchi voto 5,5: sbaglia solo una decisione. Quella di fare l’arbitro. COCCHIOLONE

Virtus Entella voto 5,5: qualcuno porti una soppressata ai 5 alcolisti liguri che si sono smazzati 700 km per vedere una partita di rara bruttezza. Per fortuna dell’Entella Mokulu era indisponibile: non osiamo immaginare cosa avrebbe potuto combinare il Black Mamba contro una squadra di Chiavari. STENTELLA

TUTTE LE PAGELLE ALLUPATE DELL’AVELLINO 2015/2016

TUTTE LE NOTIZIE SU AVELLINO – ENTELLA