Pagelle Allupate Avellino – Lanciano 3-2: cuore e defibrillatore

Ci auguriamo che Taccone abbia stipulato una convenzione per i tifosi con la Santa Rita. Perché oggi pomeriggio sono partiti almeno un centinaio di by-pass. In Avellino – Lanciano 3-2 c’è tutta l’essenza di questa stagione: due terzini più imbarazzanti di una bestemmia alla messa di Natale ed una squadra che ad ogni ferita non sanguina rosso, ma biancoverde. Il Lanciano non avrebbe mai meritato i tre punti. Però pure noi non meritiamo di sfilare il calendario ogni sabato. Almeno dateci in omaggio un defibrillatore con l’abbonamento… (ci sta poco da fare: le pagelle allupate sono sempre più belle quando si vince).

PAGELLE ALLUPATE AVELLINO – LANCIANO 3-2

Frattali voto 6: non fa una parata, anche perché l’attacco del Lanciano fa più ridere di Ficarra e Picone. Ma quando giocano Nica e Nitriansky, è gol degli avversari + over 3,5 bestemmie fisso. SEMINARISTA

Nitriansky – Nica voto 4 cumulativo (2+2): era da qualche settimana che i due tacchini coi tacchetti non facevano stronzate degne di nota. Quindi uno pensa bene di mettersi a giocare a pallanuoto in area, e l’altro in disimpegno regala il 2-0 al Lanciano appena rimasto in 10. Se rimettono piede in campo, Frattali sotterra le mine anticarro sulle fasce. FRATELLI CARINO (Dal 56′ Giron voto 6: con due torri biancoverdi a centro area, gli viene l’idea bizzarra che forse forse qualche cross si potrebbe pure fare. Ma tu pensa. TRASGRESSIVO)

Milan Nitriansky Avellino

Jidayi voto 6: in difesa è talmente sicuro che gli attaccanti del Lanciano, prima di provare a superarlo, devono inserire la password. Se la indovinano, non passano lo stesso. WINDOWS FIREWALL

Chiosa voto 6: non è colpa sua se deve fare da balia ai due collaudatori di protesi di Pistorius. Per Natale ha già scritto la letterina: vuole Zappacosta e Moretti. DOG SITTER

D’Angelo voto 6: mette più toppe lui a centrocampo che una sartoria cinese a Prato. Nel sottopassaggio consegna a Nica e Nitriansky due biglietti per un container in partenza lunedì mattina dal porto di Napoli. TOUR OPERATOR (Dal 76′ Napol s.v.: Tesser gli chiede di dare l’ultima spinta. Lui, nato a Parigi, prende la baguette in mano e punta una tifosa in tribuna. EQUIVOCO)

Arini voto 7 IL MIGLIORE: onnipresente. Riapre subito il match nel momento più difficile e festeggia in telecamera, dedicando il gol ai muort e chi v’è stramuort dei due terzini. Si vocifera di un suo clamoroso passaggio al SS Rosario: Don Michele lo vuole a Natale al posto del Bambinello. LUPO COL PEDIGREE

Mariano Arini Avellino

Gavazzi voto 6: vorrebbe spaccare il mondo. E un paio di premolari a Pezzuto, che gli fischia anche il vento a sfavore. I BUFFI DEL BAFFO

Insigne voto 5,5: ha voglia di riscatto ed assieme ad un amico di Secondigliano organizza il sequestro di Petricciuolo. Gli spiegano troppo tardi che “riscatto” ha anche un altro significato. GOMORROIDE (Dal 46′ Tavano voto 6,5: impreciso e nervoso: sembra un’altra giornata no. E invece la zampata del pari è il ruggito del vecchio leone. Per festeggiare stasera ha già ordinato una bistecca di brontosauro al Que Sabroso e due “massaggiatrici” ad un “centro estetico” di Atripalda. UNABOMBER)

Trotta voto 6: fa venire la labirintite ad Aquilanti, che va a farsi la doccia con tre quarti d’ora di anticipo. Vorrebbe suonare la carica per il pari, ma dopo lo 0-2 il Lanciano si chiude più del buco del culo di un paracadutista. Non si scoraggia: fino al novantesimo continua a fare a sportellate in campo e a molestare le auto delle coppiette nel piazzale del Partenio. AUTOSCONTROSO

castaldopiange

Castaldo voto 6,5: in porta c’è Casadei, e dopo 5 minuti il buon Gigi decide di onorarlo con un bel liscio. Il gol del 3-2 fa esplodere la curva Sud, ma anche un leggerissimo petardo che causa il crollo due palazzine a Quattrograne. GIGI C’È. E PURE LA CREMERIA

All. Tesser voto 6,5: dalla tribuna gli dicono “tira fuori i coglioni”, e il mister prende il coraggio a due mani mettendo dentro 4 attaccanti. In realtà gli stavano chiedendo di sostituire Nica e Nitriansky. Il gruppo c’è. Il by-pass invece gli è partito sul 3-2. (CLINICA) SANTA RITA PENSACI TU 

Arbitro Pezzuto voto 5: escono più gialli dal suo taschino che dalla metropolitana a Pechino. SUL PONTE SVENTOLA CARTELLINO GIALLO

Il Divin Peluso voto alla Madonna di Montevergine: le sue corde vocali sono atterrate nei pressi del casello di Grottaminarda dopo il gol di Castaldo. SFONDA LA RECCHIA

Lanciano voto 5,5: Casadei fa i miracoli, ma continua a piacerci di più in versione orchestrale. Se ti difendi per 93 minuti e fai 2 gol perché i terzini avversari sono focomelici, beccare tre pappine è il minimo che il karma ti possa restituire. Comunque non li ringrazieremo mai abbastanza per aver dato i Natali a quel pazzo criminale dei cori su Allah e Pistorius. ODIO IL KEBAB, IL RAMADAN E PURE LANCIANO

TUTTE LE PAGELLE ALLUPATE DELL’AVELLINO 2015/2016

TUTTE LE NOTIZIE SU AVELLINO – LANCIANO