Pagelle Allupate Avellino-Latina 3-1: tutti in piedi per Beniamino

Un, dos, tres, un pasito palante Latina. Tre torroncini per i pontini: Avellino-Latina 3-1, il lupo vince, convince e si spella le mani per la prestazione mostruosa di Benjamin Mokulu e Marcello Trotta. La coppia che non scoppia fa strage ancora, dal cuore delle aree di rigore avversarie a quello delle tifose castigate da inizio stagione. La serie B è un mucchio selvaggio come tutti gli anni. Ma con due assi di bastoni così, è più facile fare scopa. (Ho finito le allusioni: buone pagelle allupate…)

PAGELLE ALLUPATE AVELLINO-LATINA 3-1

Frattali voto 6: il suono del socozzone mollato a Chiosa nel sottopassaggio per essersi perso Dumitru, risuona ancora nel tunnel del Partenio. Per il resto, ordinaria amministrazione. MANESCO

Nica voto 5,5: inciampa da solo sul pallone e per poco non regala il 2-1 ad Ammari. Frattali lo incoraggia con un applauso, poi gli riga la Panamera con il naso di Gavazzi. Cerca il gol alla Florenzi, ma la mira è quella di Troianello. AVELLINO CALCIO RO-MANIAcostantin nica avellino porsche panamera instagram

Biraschi voto 7: torna centrale ed è a suo agio come la lupa di Serino al Mi-Sex. È palesemente posseduto dallo spirito di Criaco: giganteggia in mezzo all’area e si permette il lusso di un assist no-look per Mokulu. Nel senso che non ha neanche visto dove l’ha buttata. A TUTTA BIRRASCHI

Chiosa voto 6: si perde Dumitru sul primo gol, mentre è impegnato a decifrarne il passaporto italo-svedese-rumeno-congolese-napulillo. Si fa perdonare con la bella chiusura su Ammari, che la prende male e interrompe la fornitura di fumo algerino a tutto il centro-sud. ALTI E BASSI

Visconti voto 6: ogni volta che Acosty lo punta in velocità, fa la figura di un vegano alla Sagra della Porchetta. Dopo il gol dell’1-1 inizia a spazzare via anche le mosche. BAYGON

Arini voto 6: dalla sua parte il Latina non sfonda: cuore e polmoni, tibie e Peroni. VIVA LA DIGA (Dal 57′ D’Angelo voto 6: entra per spezzare il ritmo del Latina. Già che c’è, frattura anche un paio di femori. ARCANGELO DELLA MORTE)

Mariano Arini Avellino

Jidayi voto 6,5: il John Holmes di Rione Parco è su tutti i palloni. Fondamentale il suo apporto difensivo nell’ultima mezz’ora. Geniale l’intuizione di sostituire il ketchup con la ‘nduja nel kebab. P.E. BARACUS

Gavazzi voto 6,5: la sventagliata di sinistro per la testa di Trotta è precisa come una cartella di Equitalia. Mette lo zampino anche nel contropiede del 3-1 e nella rapina del mese scorso al Banco di Napoli. LUPIN (Dal 61′ Giron s.v.: ah perchè, è entrato? L’UOMO INVISIBILE)

Bastien voto 6: non appena vede un metro di campo libero, gli parte l’embolo e va in progressione. Per fermarlo serve l’abs che Jidayi ha smontato nel pomeriggio dalla macchina di Nica. In campo aperto può essere letale, ma il Latina è chiuso come le gambe di Rosi Bindi. ROAD RUNNER

Trotta voto 7,5: cerca il gol con la stessa fame con cui io cerco la frittatina di Daniele alle 2 il sabato notte. Potrebbe farne almeno 3, si deve accontentare del pacco regalo di Mokulu. Che notoriamente è bello grosso. CAVALLO GOLOSO

Mokulu e Trotta Avellino

Mokulu voto 8: Federico Casotti di Sky lo definisce “il grimaldello” dell’Avellino. Beh sì, la forma più o meno è quella. Brosco prova a trattenerlo sul primo gol: sarebbe rigore ed espulsione, ma Beniamone butta in porta pallone, difensore, portiere e la gradinata della Terminio che gli era rimasta agganciata ai calzettoni. Sul secondo gol è persino superfluo sottolineare quale gamba abbia allungato. BLACK MAMBA (Dal 76′ Zito s.v: entra in campo contrariato perché la Ceres nella borraccia è rimasta a metà. ANALCOLICO)

All. Tesser voto 6,5: il tridente Trotta-Mokulu-Bastien è letale come i calzettoni di Biraschi a fine allenamento. Abbassa troppo il baricentro dopo il 3-1 e il Latina prende campo, ma la difesa regge. Avessimo 2 terzini veri e non 4 alcolisti anonimi… Il suo ciuffo sale e pepe sta facendo strage di cuori tra le casalinghe di Contrada Quattrograne. SONO ATTILIO E TI AMMALIO

Arbitro Aureliano voto 6,5: uno dei migliori direttori di gara visti al Partenio quest’anno. Anche perché i cadaveri degli altri sono stati stoccati con l’umido allo STIR di Pianodardine. ORGANICO

Latina voto 4,5: sono tornate le paludi pontine. Trotta e Mokulu scavano il fosso, e i nerazzurri non prescritti (per ora) restano nella melma fino al collo. CIAO PONTINO, TI SALUTA BENIAMINO

TUTTE LE PAGELLE ALLUPATE DELL’AVELLINO 2015/2016

TUTTE LE NOTIZIE SU AVELLINO-LATINA