Pagelle Allupate Avellino-Perugia 1-2: il grifone s’è ingrifato

Il grifone è ingrifato, ma il lupo è sempre più sdentato. Avellino-Perugia 1-2 è un tonfo tremendo, che arriva ancora una volta dal punto debole dei biancoverdi per eccellenza: la fascia destra. Troppi attacchi da quel lato, troppi cross, troppe azioni pericolose. A metà secondo tempo hanno organizzato pure una grigliata sulla fascia di Nica. Che, invece di mordere i polpacci avversari, s’è fatto pure o panino c’o sasicchio. Fa male, male, male da morire. Senza te(rzini).

PAGELLE ALLUPATE AVELLINO-PERUGIA 1-2

Frattali voto 5,5: incolpevole sul primo gol, si fida della copertura di Nica sull’1-2. Che di questi tempi è peggio che lasciare un quindicenne a Città del Vaticano. Con quelle di oggi è a quota 100 bestemmie stagionali: auguri. SEMINARISTA

costantin nica avellino porsche panamera instagram

Nica voto 4,5: ha talmente poco senso della posizione che nel tunnel degli spogliatoi ci arriva con Google Maps. Il suo primo dribbling della stagione al 40′ viene salutato con una standing ovation anche da Stephen Hawking. Si confonde tra perugini e Parigini, e nel dubbio, sul secondo gol ospite non marca nessuno. CONSTANTIN DELLA GHERARDESCA

Jidayi voto 6: Tesser lo schiera difensore centrale. Nel regno dei calci agli stinchi si trova a suo agio come Rocco Siffredi alla Sagra della Patata di San Michele di Serino. Riesce a commettere un fallo da ammonizione e farsi fischiare punizione a proprio favore. WILLY IL PRINCIPE DI BEL LIZZI

Chiosa voto 6: prova a puntellare centralmente il bunker avellinese. Ma se le uscite di emergenza laterali sono spalancate… L’ALLEGRO MURATORE

Visconti voto 6: tutti i pericoli del Perugia arrivano dal lato opposto. Non perché lui faccia paura, sia ben chiaro. È che attaccare sulla fascia di Nica è più facile di una finale dei 100 metri tra Usain Bolt e il primo piano del Rubilli. LA DISOCCUPAZIONE – TI HA DATO UN MESTIERE CARINO – MESTIERE-TERZINO-DELL’A-VEL-LINO

D'Angelo Conferenza Stampa

D’Angelo s.v.: prende un colpo alla testa a metà primo tempo ed esce dal campo sconvolto dalle conseguenze: aveva iniziato a coniugare correttamente tutti i verbi e a ricordare a memoria la Divina Commedia. ANGELO ALIGHIERI (Dal 41′ Bastien voto 5,5: vorrebbe spaccare il mondo, si limita a spaccare la vetrina di Moschella e a spartire il bottino con Giron. IL BALLO DEL MATTONE)

Arini voto 5,5: è reduce da uno stage da Mojo Tattoo e mostra di aver appreso rapidamente con un ottimo tatuaggio dei 13 tacchetti sul polpaccio di Zebli. Non è la sua partita: quella buona che aspetta lui è ancora ferma al porto di Tirana. A ME GLI OCCHI (E ANCHE GLI ALTRI ORGANI)

Gavazzi voto 6: 310 euro di multa e 5 punti in meno sul patentino. Sulla fiducia: il gol dell’1-0 non lo ha visto neanche l’autovelox. Sbaglia la diagonale sul gol del pari e per punizione mangia una scatola di Baci Perugina. Senza scartarli. DELITTO E CASTIGO

Insigne voto 5: l’unica punizione azzeccata è quella della maestra quando lo mette dietro la lavagna. Vorrebbe essere più incisivo, ma ha ancora i denti da latte. REGISTA BASSO. PIÙ BASSO CHE REGISTA (Dal 58′ Giron voto 5,5: in campo non si è ancora ambientato benissimo, ma il suo “Porco D…” in favore di telecamera mostra che il processo di integrazione linguistica è quasi ultimato. PADRE MAXIME)

Mokulu e Trotta Avellino

Mokulu voto 5,5: l’unica cosa più grossa del gol che si mangia all’8′, ce l’ha nei pantaloncini. Fino a quando c’è lui in campo, l’Avellino crea pericoli. Cede all’infortunio numero 12.746 della carriera. GIGANTE DI CRISTALLO (Dal 60′ Tavano s.v.: entra alla ricerca del jolly, ma il mazzo ce l’ha in mano il Perugia. Ed è pure bello grosso. Ha voglia di riscatto. Da concordare coi parenti del sequestrato. TROTTOLINO FURIOSO)

Trotta voto 6,5 IL MIGLIORE: è uno dei pochi a crederci fino alla fine. Ci mette l’anima. E pure qualche chitemmuorto. SPIRIT CAVALLO SELVAGGIO

All. Tesser voto 5: ha meno uomini disponibili di Mariangela Fantozzi. Però Nica è la cosa più inguardabile vista in campo al Partenio dai tempi di Castiglione. Rischia di non mangiare il panettone, all’occorrenza verrà riciclato come baccalà. COMUNQUE VADA SARÀ INSUCCESSO

Arbitro Manganiello voto 5: dà costantemente l’impressione di non capire un cazzo di cosa stia facendo. Non fischia neanche se vede passare una bella figa. MISTER BEAN

Perugia voto 6,5: i grifoni non perdono la testa dopo il gol di Gavazzi e sfruttano i punti deboli dell’Avellino – che non mancano di certo… – per reagire. Comunque io con la gente che mette le frasi di Moccia nei cioccolatini non ci parlo. I TORRONCINI DI OSPEDALETTO SONO MEGLIO DEI BACI PERUGINA

LEGGI TUTTE LE PAGELLE ALLUPATE DELL’AVELLINO 2015/2016

TUTTE LE NOTIZIE SU AVELLINO-PERUGIA