Pagelle Allupate Avellino-Salernitana 1-0: e ora chiamatela piazza Marcello

trotta-castaldo

La vendetta è un piatto che va servito freddo. Anche quando il freddo è quello meteorologico: Avellino-Salernitana 1-0 si gioca in un Partenio-Lombardi gelido ad altezza prato, ma incandescente sugli spalti. La Sud incendia animi e torce, Trotta fa esplodere lo stadio con il suo gol d’addio (?) e l’Avellino mette la sesta. Non è freddo: è solo tempo da Lupi. E di pagelle allupate.

PAGELLE ALLUPATE AVELLINO-SALERNITANA 1-0

Frattali voto 6,5: per 90 minuti si illude di non dover calare la classica bestemmia settimanale. Le occasioni di Bovo e Donnarumma nel recupero lo costringono a scomodare gli ultimi due santi canonizzati da papa Francesco in ordine di tempo. PADRE MARONNO

Davide Biraschi - Avellino

Biraschi voto 6,5: ha l’arduo compito di fronteggiare le folate offensive di Gabionetta, che indovina 2 partite all’anno e tutte e 2 contro l’Avellino. Ma la difficoltà più grossa è schivare la salma di Zito, che inciampa almeno 15 volte nei propri piedi. Gli altri sembrano pattinare sul ghiaccio al suo confronto. Lui ha le ruote chiodate. SBRINASCHI

Jidayi voto 6: ricomincia da dove avevamo lasciato: puntuale negli anticipi, aggressivo in marcatura, furto con scasso e contrabbando di dvd. GALEOTTO

Chiosa voto 6,5: suda freddo soltanto quando vede entrare in campo Rea. L’unica cosa più fredda di lui sono le palle del bordocampista Sky (vedi sotto). FREEZER

Pucino voto 6,5: non siamo in grado di giudicare la sua prestazione, non essendo abituati a vedere un vero terzino ad Avellino da maggio 2015. Vi diremo di più appena ci saremo asciugati le lacrime di commozione. ASSA FA’ A MARONNA

trotta-spogliatoi-squadra-2015-cesena-avellino

D’Angelo voto 6: si mangia un gol che avrebbe segnato pure Nica. Il capitano sente la partita. Nel senso che gioca con le cuffiette e la radiolina sintonizzata su Punto Nuovo, e ogni tanto si distrae. CAMPOCRONISTA

Paghera voto 6,5: prende subito le misure al centrocampo avellinese. Ha il piedino più felpato della lingua di Fantozzi. Deve invece prendere meglio le misure al Partenio: con un cross dalla sinistra ha inaugurato per sbaglio la Bonatti. PAGHERA LA PANTERA

Sbaffo voto 6: l’aria di Como non gli ha fatto benissimo. È un po’ arrugginito: una passata di Svitol e mezza bottiglia di Taurasi lo riporteranno ai suoi soliti livelli. Alcolemici. SBUFFO (Dall’82’ Rea s.v.: Tesser lo mette per dare qualche speranza in più alla Salernitana. Quasi ci riesce. AMULETO INVERSO)

Bastien voto 6,5: con una bomba da fuori area fa venire i capelli bianchi a Terracciano e i capelli a Biraschi. Se gli lasciano un metro di troppo è più letale di un pirito sull’R2 a Napoli. TRECCIA SENZA BUFALA (Dal 70′ Insigne voto 6,5: torna rigenerato dalla sosta. Tesser lo carica urlandogli qualcosa in trevigiano. Lui non capisce un cazzo, entra in campo come una furia e piazza l’assist decisivo. BEATA IGNORANZA)

avellino-santuario-montevergine-2015

Castaldo voto 6,5: c’è più intesa tra Obama e Putin che tra lui e Tavano. Gigi non sta bene, ma lotta su tutti i palloni per far salire la squadra e il nervoso agli avversari. Chiude stanchissimo: avrebbe fatto notizia il contrario. MAGLIA SUDATA

Tavano voto 5,5: il primo Natale irpino ha lasciato il segno sullo stato di forma del buon Ciccio. Cerca di farsi notare, ma giocare con due cotechini nei calzettoni appesantisce la sua prestazione. Scapocchia indegnamente una buona occasione a inizio ripresa. ZAMPONE & LENTICCHIO (Dal 55′ Trotta voto 7 IL MIGLIORE: entra carico come un container all’Interporto di Nola. Si scarica in rete, col pallone della vittoria. Se rimane ad Avellino, gli intitoliamo lo stadio, il Comune, i bar del Corso e il club privè di Aiello del Sabato. PIAZZA MARCELLO)

marcello-trotta

All. Tesser voto 6,5: fa le prove tecniche di Avellino senza Trotta, ma l’apporto di Tavano è lo stesso di un paio di pattine quando abiti in una pozzanghera. Azzecca i cambi: il suo Avellino è brutto e vincente: onestamente, ma chi cazzo se ne frega se poi stiamo lassù? BRUTTO MA BUONO

Arbitro Nasca voto 5: fischia poco. Troppo poco, soprattutto su Bastien. Non fischia un cazzo in pratica. Partita difficile, ma mai quanto la vita di un barese. GALLETTO SULLA MONNEZZA

Francesco Cosatti (bordocampista Sky) voto sotto zero: interviene al 10′ per informarci che “Inizia a piovere e la temperatura è molto bassa“. Torna in onda al 25′ e ci dice che “Il clima è incandescente sugli spalti, ma gelido in campo“. A fine primo tempo ci ricorda che “Oggi ad Avellino fa molto freddo“. Passa a miglior vita nell’intervallo, trasformandosi in granita umana, quando era ormai a pochi metri dal Borghetti della salvezza. FINDUS

Salernitana voto 5,5: Gabionetta azzecca solo 2 partite all’anno, e tutte e 2 contro di noi. Per un tempo i cugini se la giocano ad armi pari, poi salgono in cattedra Trotta ed Insigne e si spengono le luci d’artista. Per curiosità: ma se Zito fosse stato veramente buono, pensavate davvero che ve l’avremmo venduto? LUCCI D’ARTISTA

LEGGI TUTTE LE PAGELLE ALLUPATE DELL’AVELLINO 2015/2016

TUTTE LE NEWS SU AVELLINO-SALERNITANA