Pagelle Allupate Cesena – Avellino 1-2: due soppressate nella piadina

Cesena – Avellino 1-2: la grande abbuffata non è finita. Il lupo non è ancora sazio, e dopo quattro portate ingurgita anche il quinto boccone, che ha il gusto di un’insolita piadina farcita con due belle fette di soppressata. I premiati salumieri Bastien e Castaldo rilanciano i biancoverdi in zona playoff. Piedi a terra e testa alta: sono solo botti di fine anno, ma fanno un gran rumore… Pagelle allupate. Oggi giustamente arrapate.

PAGELLE ALLUPATE CESENA – AVELLINO 1-2

Frattali voto 6: dopo aver visto la coppia titolare di difensori centrali, entra in campo con il calendario 2016 per non dimenticare nemmeno un santo. Soffre meno del previsto, anche perché i tiratori del Cesena sono precisi come i rigoristi del Napoli. ORDINARIA AMMINISTRAZIONE

Biraschi voto 6,5: tecnica ed eleganza. Sulla fascia è più sprecato di un container di viveri per la Somalia che finisce per sbaglio a casa di Galeazzi. SAVE THE CHILDREN

Davide Biraschi - Avellino

Ligi voto 5,5: l’unica cosa meno sicura di lui è il PIN del telefonino impostato su 0000. PREGO, SI ACCOMODI

Rea voto 6: esce dai domiciliari per 45 minuti. La Questura se ne accorge e lo ammanetta nell’intervallo. Dalla prossima partita avrà l’obbligo di firma. EVASIVO (Dal 46′ Insigne voto 6,5: entra più carico di un 15enne al Cocoricò. Con una bomba da fuori mette paura ad Agliardi, ma con una bomba a fine partita negli spogliatoi fa sballare il custode, il magazziniere e anche il cane della Digos. SEMPREVERDE)

Chiosa voto 6,5: salva il gol del pari a Frattali battuto. Già che c’è salva anche la Grecia dalla crisi. EUROBIOND

Jidayi voto 6: in difesa o a centrocampo, la storia non cambia: se passa la palla, l’avversario si ferma al casello. E la sbarra gli sbatte sui denti. ANAS

Mariano Arini Avellino

Arini voto 6: primo tempo di sacrificio calcistico. Secondo tempo di sacrifici umani. Espulsione più vergognosa dello scudetto dell’Inter del 2006. BAILA MORENO

Gavazzi voto 6: parte pimpante, poi si perde nella nebbia. È stato ritrovato mezz’ora dopo il fischio finale al casello di Roncobilaccio. RUSTICHELLO

Bastien voto 7 IL MIGLIORE: il Cesena gli lascia troppo spazio e lui se lo prende. Stessa storia per l’orologio del quarto uomo, lasciato incautamente incustodito. Inganna Agliardi sul gol del pari togliendo i catarinfrangenti dal pallone. FENDINEBBIA (Dall’81’ Petricciuolo s.v.: prima di entrare in campo, Frattali lo incoraggia mostrandogli il dvd con tutte le torture di Hostel 2. La terapia d’urto funziona. SOPRAVVISSUTO)

Castaldo voto 7: la luce in fondo al tunnel, il faro nella nebbia, l’unica gnocca etero alla sfilata del Gay Pride. San Luigi da Giugliano raccoglie l’assist di Trotta e lo trasforma in gol. Poi ridona la vista ad un cieco e la grammatica italiana a Cassano. SEGNA PRO NOBIS

trotta-spogliatoi-squadra-2015-cesena-avellino

Trotta voto 6,5: il Cesena gli mette più ansia di una fidanzata con due settimana di ritardo sul ciclo. Marcello pianifica la fuga in riviera a caccia di tedesche da timbrare, ma prima stringe i denti e regala a Castaldo una pallone delizioso come la posizione in classifica della Salernitana. TROTTA SUI CAVALLUCCI (Dal 75′ Mokulu s.v.: Tesser lo mette dentro perché è l’unico attaccante che si vede in mezzo alla nebbia. IL NERO STA BENE SU TUTTO)

All. Tesser voto 6,5: pur di non cambiare il 4-3-1-2, metterebbe persino Clara di Heidi a fare il trequartista. Non è un caso se la partita cambia quando entra Insigne e la pressione su Bastien si alleggerisce. Poi vabbè, sticazzi: finché vince c’ha sempre e comunque ragione lui. LA MANITA

Arbitro Abisso voto 4: col mancato rigore su Arini mette a dura prova le nostre certezze. Ce le toglie tutte inventandosi un’espulsione che vede soltanto lui: è un daltonico col fischietto. INABISSATELO

Cesena voto 5,5: una squadra, tanti dubbi. Innanzitutto: perché hanno un cavalluccio marino come simbolo, se il mare sta a 15 chilometri? Ma soprattutto: che ci fanno in zona playoff? SOPPRESSATI

TUTTE LE PAGELLE ALLUPATE DELL’AVELLINO 2015/2016

TUTTE LE NOTIZIE SU CESENA – AVELLINO