Pagelle Avellino-Brescia 3-3: Difesa Disastrosa

Avellino a tratti spettacolare, ma con una difesa disastrosa. I lupi di Tesser riescono a segnare ben tre gol, ma ne subiscono altrettanti. Errori difensivi evitabili che impediscono alla squadra biancoverde di superare un Brescia coraggioso e coriaceo fino al novantesimo. Vantaggio dell’Avellino dopo pochi minuti con Mariano Arini. Il pareggio arriva alla mezz’ora, erroraccio difensivo tra Arini e Visconti che consentono a Geijo di battere Frattali. Nella ripresa succede di tutto. L’Avellino torna in vantaggio con Insigne ma viene prima raggiunto e poi superato grazie alla doppietta di Kupisz. Il pareggio arriva grazie ad uno splendido gol di Bastien. L’Avellino colpirà anche un palo con Mokulu, ma la porta difesa da un ottimo Minelli rimane stregata. Avellino-Brescia finisce 3-3 e la situazione in classifica si complica.

PAGELLE AVELLINO-BRESCIA 3-3

FRATTALI 6: Subisce tre gol, forse solo sul secondo poteva fare qualcosa. Salva il risultato due volte sul 3-3;

NICA 6: Una prestazione di cuore e grinta per il terzino rumeno, che per poco non riusciva anche ad andare a segno. Meno buchi difensivi e qualche buono spunto sulla fascia destra;

LIGI 4,5: Sbaglia numerosi passaggi in fase di impostazione, errori elementari e troppo spazio concesso agli avversari;

REA 4,5: Disattento in più occasioni, la difesa biancoverde balla troppo;

VISCONTI 4: Complice il suo compagno Arini non riesce a rinviare e consente a Geijo di segnare la rete del pari. Sugli altri due gol prima lascia troppo spazio all’avversario, poi si perde l’inserimento di Kupisz tutto solo in area. In fase offensiva è nullo;

ARINI 7,5: Segna, gioca per la squadra, a tratti sembra Paul Scholes (con le dovute proporzioni) in mezzo al campo. Il nostro guerriero di centrocampo che ci prova fino all’ultimo secondo. Peccato per l’errore sul primo gol del Brescia, che macchia una partita che altrimenti sarebbe stata perfetta;

JIDAYI 6: Bravo a coprire gli spazi a centrocampo, blocca il palleggio avversario;

D’ANGELO 6,5: Un trascinatore per i suoi. Tesser è costretto a toglierlo nella ripresa perché sfinito;

INSIGNE 7: Grande prova per il talentuoso trequartista napoletano. Nonostante non sia al meglio della condizione riesce a segnare e a copirire tutto il campo, offrendo spesso palloni interessanti ai compagni;

TAVANO 5: L’Avellino in attacco gioca bene, ma è lui l’elemento che ancora deve ingranare. Minelli gli impedisce di trovare il primo gol in biancoverde;

TROTTA 6: Oggi non è andato in gol ma è soltanto un caso. Tante occasioni per lui, prima Minelli e poi un errore sotto porta non gli permettono di segnare. Fa a sportellate con i difensori bresciani per tutto il match;

MOKULU 6,5: Entra in campo con il piglio giusto e mette subito in difficoltà gli avversari. Propizia il gol del 3-3 di Bastien e colpisce un palo clamoroso che avrebbe regalato la vittoria all’Avellino;

BASTIEN 7: Se in Belgio lo valutano quattro milioni di euro un motivo c’è. Il suo primo gol in Italia se lo ricorderà per sempre, per bellezza ed importanza;

ZITO: s.v.

TUTTO SU AVELLINO-BRESCIA