Pagelle Palermo-Avellino 2-1 (Terzo Turno Coppa Italia)

Il Palermo elimina l’Avellino dalla Coppa Italia Tim 2015-2016, non senza difficoltà. L’Avellino ha giocato tutto sommato una buona partita, tenendo il risultato in parità nel primo tempo. Nella ripresa le individualità hanno fatto la differenza. Errore ingenuo di Zito che mantiene in gioco Rigoni sul gol del vantaggio. I lupi riescono anche a pareggiare con Trotta, ma il Palermo reagisce subito grazie al gol di Quaison che sorprende la difesa biancoverde. È la rete che taglia le gambe alla squadra di mister Tesser.

Ecco le pagelle di Palermo-Avellino:

FRATTALI 6,5: Due interventi decisivi, prima su Vazquez nel primo tempo poi su un missile di Lazaar nella ripresa. Una sicurezza per la squadra biancoverde, in occasione del secondo gol non riesce a trattenere il tiro ravvicinato di Rigoni, ma non era facile;

NITRIANSKY 5,5: Si fa superare con facilità dagli attaccanti avversari, commette anche errori di imprecisione in disimpegno, nullo il suo apporto in fase offensiva;

BIRASCHI 6: Guida con personalità la difesa dei lupi, cerca sempre la giocata più semplice e non rischia mai. Va anche vicino al gol con un tiro dai 30 metri;

REA 6: Tiene bene, gli attaccanti del Palermo faticano ad entrare in area di rigore visto il suo lavoro e quello di Biraschi. Buona prestazione;

VISCONTI 5,5: Stesso discorso fatto per il suo collega Nitriansky, Visconti soffre le folate offensive dei rosanero, anche se si vede di più in fase offensiva;

ARINI 7: Indossa la fascia di capitano e la onora come si deve. Mariano è una diga a centrocampo, aiuta la linea difensiva e intercetta innumerevoli palloni in mediana. Maggiori difficoltà invece nel far ripartire l’azione;

GAVAZZI 6: Gara senza infamia e senza lode per il centrocampista ex Ternana, che passa più tempo a rincorrere gli avversari che a proporsi;

ZITO 5: Pessima prestazione per lui. Primo tempo passato a soffrire le scorribande sulla fascia destra dei palermitani, senza riuscire mai a recuperare e a coprire la posizione. Nell’occasione del gol di Rigoni è lui a tenerlo in gioco ingenuamente. Quando c’è da difendere va in panne, e non è una novità;

SOUMARE 5,5: Primo tempo con poche occasioni, lento a far ripartire l’Avellino. Nella ripresa scompare dal terreno di gioco;

TAVANO 5,5: Non gli arriva neanche una palla giocabile. Si rende pericoloso soltanto su un tiro cross su calcio di punizione. In campionato ci si aspetta di più;

TROTTA 7: Teniamocelo stretto. Due occasioni avute, una traversa clamorosa ed il gol del momentaneo pareggio, come un vero bomber di razza;

JIDAYI (dal 55′) 6: Sostituisce Zito per dare maggiore copertura difensiva alla squadra biancoverde. Fa il suo dovere;

MOKULU (dal 63′): Sfortunatissimo, si infortunia dopo soli cinque minuti di gioco. Problema alla spalla per lui;

POZZEBON (dal 70′): s.v.

TUTTO SU PALERMO-AVELLINO