Pagelle Perugia-Avellino 2-0: non si salva nessuno

Di seguito le pagelle di Perugia-Avellino, partita conclusa con il punteggio di 1-0 per gli umbri. Nel Primo tempo il grifo chiude meritatamente in vantaggio. Nel secondo l’Avellino ci prova timidamente mentre il Perugia controlla la partita, ma solo una volta subìto il 2-0 l’Avellino s’è un po’ svegliato, quando ormai il risultato era compromesso e piano piano è andato a spegnersi. Ancora una brutta gara della squadra bianco verde che soffre tantissimo sulle fasce, come al solito, e non riesce a contenere la velocità d’attacco del Perugia. Le contestazioni che arrivano dal settore ospiti fa capire quanto i tifosi siano frustrati da queste prestazioni molto insufficienti.

Offredi – 6: Incolpevole sui gol poi cerca di fare quello che può sopperendo alle difficoltà della difesa. Ogni tanto qualche indecisione.

Pucino – 5: al 6’ si perde Ardemagni e rischia di far capitolare immediatamente i suoi. Fortuna ha voluto che l’attaccante perugino pecca di precisione. Per il resto sempre le stesse difficoltà che la difesa condivide.

Rea – 5,5: alla mezz’ora costringe Rosati ad un difficile intervento. Almeno c’ha provato a dare il suo apporto in attacco, visto che anche lui in difesa ha fatto fatica.

Biraschi – 4,5:  grave indecisione sul gol del 1-0. Soffre tantissimo la velocità di Ardemagni

Visconti – 5: prova anche in attacco, ma anche per  lui una prestazione negativa come per tutta la difesa.

D’Angelo – 5: il centrocampo dell’Avellino non è certo quello del Bayern, ma oggi non è stato capace né di fermare il gioco del Perugia né di dare la giusta spinta nella fase d’attacco e D’Angelo non è stato certo uno dei protagonisti dell’incontro. Esce mestamente al quarto d’ora del secondo tempo.

Paghera – 5: anche per lui vale il discorso fatto per D’Angelo: sempre in difficoltà e poche idee propositive per l’attacco bianco verde. Quando ormai la partita è persa ci prova da lontano.

Bastien – 5,5: c’ha provato, ma anche lui piuttosto statico in avanti non è riuscito a creare gli spazi necessari a sfruttare le poche palle che gli sono state recapitate.

Insigne – 5: da lui ci si aspetta sempre molto, ma la continuità non è una sua dote. Più presente che contro il Pescara, ma ha fatto poco di più, complice anche l’immobilità dei compagni attaccanti. Nel secondo tempo ha impegnato Rosati con una punizione delle sue, ma poi ha lasciato il campo a Sbaffo.

Mokulu – 5,5: poco movimento in avanti. Oggi la sua tradizionale forza è servita un po’ rinforzando la difesa sui calci piazzati, ma la fase d’attacco è stata insufficiente.

Castaldo – 5,5: prestazione di molto al di sotto delle sue capacità, anche se comunque lo spirito combattivo è sempre presente.

Arini – 6,5: Entra al 16’ st al posto di D’Angelo quando ormai i giochi erano fatti. Il migliore tra i lupi. Ha provato a ravvivare la fase d’attacco della squadra andando anche vicino alla marcatura. Marcolin avrebbe potuto schierarlo fin dall’inizio.

Sbaffo – 5: dal 10’ st al posto di uno spento Insigne. Non ha inciso confondendosi nel grigiore della squadra.

Tavano – sv: dal 26′ st al posto di Mokulu. Ormai la partita era già finita anche nella testa degli avellinesi.

PERUGIA-AVELLINO: TUTTE LE NOTIZIE