Penalizzazione Avellino, avv. Massaro: “Dichiarazioni di Pini inattendibili”

Sulla possibile penalizzazione che può ricevere l’Avellino nel processo che inizierà domani, ha parlato a Radio Punto Nuovo l’avvocato di Walter Taccone, Massaro, affermando che “le dichiarazioni di Pini sono inattendibili“. Ieri si era espresso, sempre a Radio Punto Nuovo, il legale della società, Edoardo Chiacchio.

Pini è uno degli elementi chiave della vicenda calcioscommesse, e smontando le sue accuse, l’avvocato Massaro è convinto di vedere scagionato il suo assistito e la società U.S.Avellino, imputata per responsabilità diretta in Modena-Avellino.

Ecco le sue dichiarazioni: “Le uniche persone che potevano confermare le dichiarazioni accusatorie di Luca Pini, cioè Francesco Millesi e Mariano Arini, hanno negato sul punto e, alla stessa maniera, hanno negato di aver ricevuto offerte di denaro”.

Quindi spiega: “Le dinamiche che coinvolgono un processo si possono prevedere fino a un certo punto, ma alcune regole tecniche vengono applicate: la Procura federale ha dato mandato di decidere secondo le norme di valutazione della prova che regola il processo penale. In base a queste regole, le dichiarazioni di Luca Pini sono inattendibili sia dal punto di vista soggettivo che oggettivo”.

Conclude: “Ho messo in evidenza una serie di falsità raccontate da Pini al Procuratore aggiunto della Dda di Napoli. Quanto detto su Taccone è, dunque, ancora più falso perché non si rinvengono elementi di riscontro su quanto dichiarato”.