Penalizzazione Avellino, Processo di Appello il 18 maggio

Ecco quando si terrà la sentenza di secondo grado per lo scandalo del Calcioscommesse

E’ stata fissata, questa mattina, in data 18 maggio il processo di appello dell’U.S. Avellino in merito allo scandalo del Calcioscommesse, dove la società, nella sentenza di primo grado, ha ricevuto tre punti di penalizzazione nella classifica del Campionato di Serie B 2016-17.

Tuttavia, questa potrebbe anche essere anticipata a due giorni prima, ovvero al 16 maggio, in cui la società si appellerà alla penalizzazione, data dal Giudice Sportivo, lo scorso 12 aprile.

Ricordiamo che le gare coinvolte sono quelle della stagione 2013-2014, rispettivamente Avellino-Reggina e Modena-Avellino. Queste hanno visto coinvolti l’ex difensore dei lupi Armando Izzo, squalificato per 18 mesi, Francesco Millesi e Luca Pini, a cinque anni, per responsabilità oggettiva.

Nella sentenza di primo grado, sono stati prosciolti il patron Walter Taccone, Luigi Castaldo, Raffaele Biancolino, Mariano AriniFabio PisacaneMaurizio Peccarisi.

Caso ha voluto che l’appello coincida proprio con l’ultima giornata del campionato, ovvero la sfida allo Stadio Partenio, alle ore 20:30, contro la già retrocesso in Lega Pro Latina. Quindi l’Avellino dovrà attendere il termine della stagione per sperare in uno sconto nella penalizzazione.

Finale di stagione decisivo per la formazione di Walter Novellino, che sarà impegnato sabato pomeriggio, alle ore 15:00 allo Stadio Arechi, nel derby contro la Salernitana. In caso di successo, e con il Brescia sconfitta e Trapani e Ternana non vincano, salirebbe a 49 punti, cioè matematica salvezza. A quel punto, l’ultima gara contro i pontini non servirà più a nulla, in quanto siamo in vantaggio nello scontro diretto sulle “Rondinelle”, con l’1-1 all’andata e la vittoria per 2-0 al ritorno.