Perugia-Avellino, Toscano: “Servirà rabbia e determinazione”

Il tecnico dell’Avellino Mimmo Toscano ha parlato nella consueta conferenza stampa pre match, in vista della sfida di Perugia di domani. L’allenatore dei lupi ha spronato i suoi per la delicata sfida in Umbria e ha parlato anche degli uomini a disposizione (i convocati per Perugia). Mancheranno infatti Castaldo, Molina, Gavazzi e Mokulu infortunati, più Radunovic e Djimsiti chiamati in nazionale.

La conferenza stampa parte sulla preparazione del match, da non prendere assolutamente sotto gamba. “Non dobbiamo pensare che una vittoria ci possa dare tranquillità. Affronteremo il Perugia con la rabbia giusta, senza sottovalutare un ottimo avversario”.

Molte domane riguardano le condizioni fisiche dei lupi, che dovranno rinunciare a diversi giocatori in tanti ruoli. Toscano spiega la situazione di tutti. “Facciamo molti errori dietro e le assenze di questa settimana non aiutano. Quando ci si sbilancia è facile subire di più ma una volta che avremo limato questi piccoli errori, ci toglieremo grandi soddisfazioni”. Sulla scorsa partita: “Non bisogna dare le colpe di tutto a Gonzalez. Non mi preoccupano le assenze, ho un gruppo forte e sono tranquillo”.

Situazione infortunati:Lasik è recuperato, mentre in avanti non avrò a disposizione Castaldo e Mokulu. Verde e Ardemagni si sono allenati ma devo ancora valutare bene le scelte per Perugia. Molina sta recuperano e dalla prossima settimana sarà a disposizione. Sta recuperando a Bergamo dall’infortunio. Migliorini ha bisogno di mettere minuti nelle gambe, magari giocare con la Primavera lo aiuterebbe in questo. Mokulu invece ha un problema al flessore della coscia, ma nulla di grave. Già lunedì tornerà ad allenarsi. Castaldo invece ha tempi più lunghi”.

Sulla formazione di domani, dubbio in difesa, con il ballottaggio per sostituire Djimsiti. “Penso uno tra Jidayi e Donkor. Ma so benissimo che chiunque scenderà in campo farà bene”.

Infine è stato chiesto un parere sui tanti giovani dell’Avellino. Il tecnico ha così risposto: “Ci sono tanti ragazzi interessanti che crescono continuamente. Ambientamento e cultura diversa influiscono in questo quindi serve pazientare un po’. Questa squadra comunque ha un futuro roseo davanti, merito della società che ha saputo operare sul mercato”.

Leggi anche

PERUGIA-AVELLINO: TUTTE LE NOTIZIE