Pescara-Avellino: 25 precedenti dagli anni ’50 ad oggi

Sono 25 i confronti con il Pescara in terra d’Abruzzo. Padroni di casa in netto vantaggio nelle sfide con l’Avellino: 16 vittorie, contro le 3 degli irpini, 6 i pareggi, 44 le reti segnate dal Pescara e 21 dall’Avellino. Pescara e Avellino si sono affrontate in tutte le categorie: in serie A, in serie B, in serie C e in serie D.Tra le sfide disputate in Abruzzo, alcune vanno sicuramente ricordate sia per il valore storico e sia per valore statistico.

Ad esempio nel Campionato di serie D 1952-53, l’Avellino viene sconfitto per 3 a 2, con due reti di Palpacelli e una di Del Grosso per il Pescara, e realizzazioni irpine messe a segno da Colombo e Barbieri. In quel campionato di quarta serie, l’Avellino conquista la vetta con 37 punti, in condominio con il Colleferro, poi battuto 1 a 0 nello spareggio per accedere alla fase successiva per la promozione in serie C. Il girone è formato da Avellino, Catanzaro, Carbosarda e Castelfidardo. Il Catanzaro vince il girone e per l’Avellino sfuma la promozione dopo la sconfitta contro il Carbosarda nella partita spareggio, in quanto entrambe avevano chiuso il girone al secondo posto. Il cannoniere del campionato fu l’attaccante irpino Barbieri con 19 realizzazioni.

Ciccio Cordova

CICCIO CORDOVA

Nel campionato di serie C 1968-69, l’Avellino strappa un punto: 1 a 1 il risultato finale, con rete irpina messa a segno da Cesero, al quale rispose Cicogna. Cesero vince la classifica marcatori con 17 reti, insieme all’attaccante del Brindisi Campanini. L’Avellino in quel campionato mise a segno 32 reti, quindi oltre la metà delle segnature irpine furono realizzate proprio da Cesero.

Nel campionato di serie B 1975-76, l’ex Nobili castiga l’Avellino segnando il gol vittoria per il Pescara. Nella squadra abruzzese quell’anno militava anche Zucchini, altro grande ex. La maglia del Pescara era indossata anche da un giovane calciatore che, pochi anni più tardi, divenne una grande bandiera dell’Avellino: Salvatore Di Somma.

Di Somma

SALVATORE DI SOMMA

Pescara e Avellino si affrontano per la prima volta in serie A nel Campionato 1979-80 el’incontro finisce 1 a 1. In vantaggio prima gli abruzzesi con gol di Cinquetti, ma l’Avellino non ci sta a perdere e Cordova(nella prima foto), ex Roma e Lazio, segna il gol del pareggio. E’ una rete da cineteca, tanto che la Domenica Sportiva lo premierà come gol più bello del campionato.

Nel campionato di serie B 1995-96, che termina con la retrocessione dell’Avellino, i Lupi pareggiano a Pescara per 1 a 1. Marcatori: Luiso per l’Avellino e Di Giannatale per il Pescara. L’attaccante irpino mette a segno in campionato 19 reti, ma lascia l’Avellino per approdare al Piacenza, poi passa al Vicenza e con i veneti gioca la Coppa delle Coppe, torneo di cui fu il cannoniere con 8 segnature. Il Vicenza fu sconfitto solo in semifinale dal Chelsea di Zola e Vialli.

L’ultima volta che l’Avellino ha giocato all’Adriatico contro il Pescara è stata nel campionato di serie B 2005-06. L’Avellino retrocede, ma in quella sfida riesce ad avere la meglio per 2 a 0, con reti di Boudianski e Danilevicius, quest’ultimo miglior marcatore biancoverde con 17 gol.  Danilevicius è il terzo goleador nella storia dell’Avellino se si considera la militanza con la maglia biancoverde in un solo campionato. Meglio di lui solo Musiello con 19 reti e il già citato Luiso con 18 marcature.

 

 

Di seguito lo schema riassuntivo delle sfide che il Pescara ha giocato in casa contro i Lupi:

CAMPIONATO ANNO RISULTATO MARCATORI
D 52-53 Pescara-Avellino 3-2 Palpacelli, Colombo (Av), Barbieri (Av), Del Grosso, Palpacelli
C 59-60 2-0 Conio, Andreoli
C 60-61 4-1 Natteri, Foletto (aut.), Cavicchia 2, Assante (Av)
C 62-63 3-2 Cerri, Mattucci, Del Gaudio (Av), Zucchinali, Perli (Av)
C 64-65 5-2 Minto, Nassi 2, Mereghetti 2, Gasparini 2 (Av)
C 65-66 1-0 Porro
C 66-67 1-0 Guizzo
C 67-68 1-0 Cavallitto
C 68-69 1-1 Cesero (Av), Cicogna
C 69-70 1-0 Palanca
C 70-71 0-1 Giugno
C 71-72 2-0 Arditi, Moro
B 74-75 1-1 Serate, Ceccarini (Av)
B 75-76 1-0 Nobili
B 76-77 3-1 Ferrara (Av), Zucchini, Prunecchi, Nobili (r)
A 79-80 1-1 Cinquetti, Cordova (Av)
A 87-88 2-0 Sliskovic (r), Gasperini
B 89-90 2-1 Traini, Gasperini, Baiano (Av)
B 90-91 0-0
B 91-92 5-1 Righetti, Massara 2, Allegri, Pagano, Bertuccelli (Av)
B 95-96 1-1 Luiso (Av), Di Giannataro
C 01-02 2-2 Ignoffo (Av), Fanesi, Sbrizzo, Elia (r, Av)
C 02-03 1-2 Molino (Av), Biancolino (Av), Giampaolo
B 03-04 1-0 Calaiò
B 05-06 0-2 Boudianski, Danilevicius