Pescara-Avellino, focus sugli avversari dei lupi

Il Pescara di Pasquale Marino non ha iniziato al meglio la stagione in cadetteria dopo la retrocessione della passata stagione. Gli abruzzesi, infatti, sono fermi al quindicesimo posto in classifica a 5 punti, avendo ottenuto soltanto una vittoria nelle prime 5 partite di campionato. Il tecnico dei biancazzurri predilige da sempre un gioco spettacolare ed offensivo e schiera le sue squadre con il 4-3-3. Marino ha costruito le sue fortune a Catania, conquistando la promozione in Serie A con gli etnei nel 2006. Le sue ultime avventure con Parma e Genoa, invece, non sono state all’altezza e l’allenatore è stato esonerato in entrambi i casi prima della fine del suo mandato.

Pasquale Marino

La squadra abruzzese, nonostante i risultati altalenanti, può vantare un organico di tutto rispetto. Tra i pali c’è Ivan Pelizzoli, portiere di grande esperienza che garantisce sicurezza a tutta la retroguardia. La coppia di centrali difensivi è formata da Marco Capuano e Raffaele Schiavi. L’Avellino dovrà stare sicuramente attento alla spinta sulle fasce che possono dare gli esterni difensivi. Sulla destra agisce il capitano Dario Balzano, mentre sull’out sinistro c’è Paolo Frascatore, compagno di Davide Zappacosta nella Nazionale Under 21 di Gigi Di Biagio. Il centrocampo a tre è formato da giovani di prospettiva provenienti dal vivaio della Roma come Gianmario Piscitella e Federico Viviani. L’uomo di maggiore rilevanza in mezzo al campo è il danese Matti Lund Nielsen, protagonista della retrocessione della scorsa stagione ma che può creare dei grattacapi alla squadra biancoverde a causa delle sue doti di inserimento. Il punto forte della squadra di Marino è sicuramente il tridente offensivo. Per la partita di domani saranno da valutare le condizioni di Giuseppe Mascara, tenuto a riposo precauzionale contro il Bari e che potrebbe essere l’arma in più degli abruzzesi. In campo ci saranno sicuramente Riccardo Maniero, capocannoniere della Serie B con 4 reti segnate in 4 partite e Aniello Cutolo, molto pericoloso anche sui calci piazzati. Marino deve fare i conti con gli infortuni di Ferdinando Sforzini e Ante Vukusic, giocatori che potrebbero rivelarsi fondamentali durante il campionato, ma che non saranno in campo domani. Spazio dunque al giovane Matteo Politano.

Leggi anche –> Pescara-Avellino, le info sui biglietti

Leggi anche –> Pescara-Avellino, fuori Togni, ancora cambi per Rastelli?