Pisa-Avellino 0-1, Gattuso: “Sconfitta immeritata”

Ecco le parole del tecnico dei toscani dopo la sconfitta di questa sera che li manda ad un passo in Lega Pro

Gennaro Gattuso, allenatore del Pisa, ha parlato in conferenza stampa dopo che la sua squadra è stata sconfitta dell’Avellino per 1-0, allo Stadio “Romeo Anconetani”, nella 36° giornata del Campionato di Serie B.

Il tecnico dei toscani ha dichiarato: “La sconfitta di oggi era immeritata perchè abbiamo creato molto ed era presente in campo. Il gol ci ha tagliato le gambe, nonostante i ragazzi abbiamo provato fino alla fine. Non credo che la squadra giochino con la paura addosso. Questa sera hanno fatto una buona partita ma il risultato parla diversamente“.

Inoltre ha aggiunto: “Il rammarico è che neanche giocando così è andata bene oggi. Abbiamo perso tre/quattro gare giocando malissimo. Magari non sarebbe bastato lo stesso, ma giocando diversamente potevamo fare di più”. Ogni gara è a se ma oggi ho avuto qualche speranza in più rispetto alle settimane passate. E’ anche vero che con la speranza non andiamo da nessuna parte“.

Sull’attuale situazione morale della squadra, ha aggiunto: “Oggi ho visto il veleno nei loro occhi, e non posso arrabbiarmi con loro. Mi sento anche io responsabile perchè sono io che guido la squadra. Aspettiamo a parlare del futuro, io ho il pensiero di ribaltare questa situazione“.

Sulla prestazione della squadra, ha dichiarato: “Voglio aspettare la miglior condizione di Manaj. Cani purtroppo non si allena molto spesso. Ma alla fine è inutile parlare troppo di quello che è successo nel mercato. Ad ogni modo, io rifarei le stesse scelte, forse potevo chiedere qualcosa in più ma di questo me la prendo solo con me stesso“.

Ringraziando i tifosi pisani, che hanno sostenuto la squadra quest’oggi al “Romeo Anconetani”, ha concluso: “La Curva oggi ci ha dato una lezione di sportività e mentalità, incitandoci e dandoci buone parole ci ha fatto molto piacere. Non riuscire a tenere la categoria in una piazza fa male, e la responsabilità di tutto questo ce la dovremmo prendere tutti. Un piede in Lega Pro lo abbiamo, ma dobbiamo tenere botta“.