Pisa retrocesso matematicamente in Lega Pro

Con la sconfitta nel posticipo di questa sera, contro il Cittadella per 4-1, retrocede in Lega Pro dopo un solo anno dalla promozione

Dopo la sconfitta di questa sera per 4-1 contro il Cittadella, all’Arena Garibaldi, il Pisa di Gennaro Gattuso è retrocesso matematicamente in Lega Pro con due giornate dal termine del Campionato di Serie B. Infatti, con la penultima posizione in classifica a quota 34 punti e a nove punti dalla zona Play-Out (occupata dalla Ternana), non avrà più nulla da dire per questa stagione.

La formazione toscana retrocedere dopo un anno di permanenza in questo campionato. Avviene a poche giornate dopo la retrocessione del Latina, dopo che il Giudice Sportivo gli ha dato altri cinque punti di penalizzazione, che si sono aggiunti agli altri due.

Retrocessione influenzata, non solo dalla penalizzazione in classifica di quattro punti e dalla difficile situazione economica della società, ma complice anche ben 13 gare consecutive senza vittorie.

L’ultima risale allo scorso 25 febbraio, quando sconfisse l’Ascoli, in trasferta 4-2. Da dopo quel match ha collezionato sette pareggi e ben sei sconfitte (di cui una contro l’Avellino per 1-0).

Quindi saranno inutili le ultime due gare di campionato, la prima in trasferta contro lo Spezia, mentre l’ultima giornata, affronterà in casa il Benevento.