Play Off Lega Pro, Lecce-Alessandria ai quarti di finale

L'altra favorita, il Parma, sfiderà invece la Lucchese

Tra delusioni e sorprese è calato il sipario sugli ottavi di finale play-off 2017. Sono già stati sorteggiati i quarti di finale, in cui spicca il big match tra Lecce ed Alessandria, ma prima andiamo a vedere come sono andati gli ottavi, che hanno visto “grandi” soffrire e le “piccole” lottare, per poi ritornare alla “normalità” nelle gare di ritorno.

C’è solo una “nota stonata” tra le squadre date favorite: il Matera non supera l’ostacolo degli ottavi. La squadra di Auteri che ha gareggiato contro il Cosenza, è stata capace non solo di deludere con le sue prestazioni ma anche di regalare la gloria al suo avversario calabrese, con la sorpresa di tutti.

Il Matera piazzatasi al terzo posto con 65 punti alla fine della regular season, era la favorita nel doppio scontro con il Cosenza, qualificatosi a fine Stagione settimo con 55 punti. Ma la squadra lucana pur avendo una rosa più competitiva rispetto a quella calabrese, delude e non trova mai la vittoria infatti:

Andata: Cosenza-Matera 2-1 (Blondett, Negro, Statella);
Ritorno: Matera-Cosenza 1-1 (Mendicino, Di Lorenzo).

Esce così di scena dai playoff il Matera che porta con sé le altre sconfitte di questi ottavi: Albinoleffe, Juve Stabia, Sambenedettese, Virtus Francavilla, Piacenza (che perde nel derby emiliano contro il Parma), Giana Erminio (dell’ex Solerio, che ha fatto il salto di qualità in Serie B, oggi all’Avellino), Casertana (la sorpresa dei playoff, inizia il Campionato con il solo obiettivo della salvezza e invece dopo aver disputato un buon torneo, vola dritta agli ottavi di finale uscendone a testa alta).

Il sorprendente Cosenza si aggiudica i quarti di finale, insieme alle altre “magnifiche” sette: Lucchese, Reggiana, Lecce, Livorno, Parma, Pordenone, Alessandria.

Presso la sede della Lega Pro di Firenze, si sono tenuti i sorteggi per questi quarti di finale. Come abbiamo detto, il big match è Lecce-Alessandria. Le altre sfida sono Livorno-Reggiana; Parma-Lucchese; Pordenone-Cosenza. Le vincenti nei doppi scontri che si terranno il 31 maggio alle 20:30 (andata) e il 4 giugno (ritorno), accederanno alle semifinali.

Queste le combinazioni:
Parma o Lucchese vs Pordenone o Cosenza
Lecce o Alessandria vs Livorno o Reggiana.
Le vincenti, voleranno dritte in finale dove “combatteranno” per raggiungere la tanto agognata Serie B, andando a fare compagnia alle già neo promosse in cadetteria, la Cremonese (Gir. A), Venezia (Gir. B), Foggia (Gir.C).

Diamo ora uno sguardo anche ai piani bassi, dove ci sono squadre impelagate nei playout, che stanno lottando per non retrocedere in Serie D. Nell’unico doppio scontro playout, si è già disputata l’andata, il 21 maggio, vediamo com’è andata nei tre Gironi.

Girone A

Nella gara d’andata disputata il 21 maggio alle 17:00, la Lupa Roma viene sconfitta in casa dalla Carrarese con il risultato finale di 0-1. Impegnato su un altro campo, il Tuttocuoio in casa pareggia con il Prato, 2-2.

Nelle gare di ritorno, che si terranno il 28 maggio alle 17:00, alla Carrarese basterà un pareggio oppure nei peggiori dei modi, una pur sconfitta (solo di una rete), per avere la meglio sulla Lupa Roma.

Al Prato invece basta un pareggio per prevalere sul Tuttocuoio. In questo Girone (A), come pure per gli altri due (B e C), su 4 squadre se ne salveranno 2, mentre le restanti 2, retrocederanno automaticamente, andando a fare compagnia in Serie D, alle già retrocesse direttamente, il Racing Roma per il Girone A, l’Ancona (Gir. B) e il Taranto (Gir.C).

Girone B:

Nello stesso giorno del Girone A ma mezz’ora prima (16:30), la sfida d’andata tra Forlì e Fano, finisce in parità, 1-1. Stesso risultato finale nella gara Lumezzane-Teramo. Al ritorno del 28 maggio, ore 16:30, sia al Fano che al Teramo basterà un nuovo pareggio, per spuntarla rispettivamente su Forlì e Lumezzane.

Girone C:

Sempre il 21 maggio, nella gara d’andata delle 16:00, tra Melfi ed Akrogas, termina con il pareggio a reti bianche. Nell’altro match d’andata, delle 16:30, il Catanzaro batte la Vibonese per 3-2.

Il 28 maggio alle 16:00, nel turno di ritorno, all’Akrogas, in casa, basterà un nuovo pareggio per avere la meglio sul Melfi, visto anche il pareggio ottenuto nell’andata, in trasferta a Melfi. Alle 17:00 invece al Catanzaro basterà un pareggio per salvarsi, avendo vinto per 3-2.