Primavera Avellino: crescono le quotazioni di Aloisi per la panchina

Se la prima squadra con l’opera del duo Taccone – De Vito è alla ricerca dei pezzi mancanti per definire il puzzle “rosa 2013 – 2014”, i dirigenti delle giovanili dell’Avellino Calcio non restano di certo a guardare.

La questione principale degli ultimi giorni è quella legata alla scelta del tecnico. Molti i nomi, tra i quali tecnici e giocatori del passato, accostati dagli addetti ai lavori. Una cosa è certa: nelle ultime ore il cerchio si è ristretto ad Antonio Aloisi.

Aloisi, che ha rivestito fino a qualche mese fa il ruolo di secondo ad Ascoli, dovrebbe sedere sulla panca della primavera avellinese, vero e proprio serbatoio per l’Avellino del futuro.Paolo Vecchia Avellino

Scelta oculata quella dell’ex difensore centrale proprio per la capacità di lavorare con i giovani e per il grande carisma mostrato in campo specialmente durante la sua esperienza in serie A quando venne trasformato da attaccante in difensore centrale da Eugenio Bersellini. Non solo Ascoli nella sua carriera ma anche Torino (dove vincela Coppa Italia nel 1993), Cagliari (dove colleziona quattro presenze in coppa Uefa), Cesena fino a chiudere alla Santegidiese in serie D.

Non resta, quindi, che attendere la definizione dell’accordo e l’ufficialità.

Leggi anche –> De Vito rientra da Milano con Paolo Vecchia, dirigente del presente e del futuro

Leggi anche –> Avellino, Settore Giovanile: con la serie B torna anche la Primavera