Pro Vercelli-Avellino 1-1, le pagelle: bene la difesa, ingenuita di Moretti

Pareggio beffa per l’Avellino. Una partita condotta fin dall’ottavo minuto con il gol di Verde. Nel finale il forcing della Pro Vercelli ed il gol dell’ex Comi su calcio di rigore, dopo un’ingenuità di Moretti. Un punto che muove la classifica ma lascia l’amaro in bocca.

Radunovic 6,5 – Non compie il miracolo nel finale sul rigore, ma é preciso in uscita e sulle poche conclusioni degli avversari.

Gonzalez 6 – Si comporta bene cercando anche qualche discesa nel primo tempo. Nella ripresa si abbassa a difesa del risultato.

Jidayi 6,5 – Prima contro Bianchi, poi contro Comi, non soffre la fisicità degli avversari. Controlla bene i tanti palloni al centro che arrivano dalle fasce.

Djimsiti 6,5 – Bene anche l’altro difensore centrale. Le punte della Pro non sono mai pericoloso grazie anche alla regia difensiva del classe 1993.

Laverone 6 – Dal suo lato arrivano i maggiori attacchi dei padroni di casa. Cerca di contenere Berra ma Germano dal suo ingresso lo mette più in difficoltà.

Lasik 5,5 – Passo indietro rispetto alle ultime uscite. Poca corsa sulla fascia, non garantire profondità sulla destra e la fase offensiva e risente.

Paghera 5,5 – Non trova spazi in ripartenza con la squadra troppo nascosta nella sua metà campo. Ci mette comunque tanta corsa.

Moretti 5,5  – L’errore nel finale é ingenuo ma c’è anche una dose di sfortuna. Rovina quella che era stata un’altra buona prestazione costando ai suoi due punti.

D’Angelo 6 – Corre più di tutti in mezzo al campo, cerca di proteggere il pallone quando c’è da far salire i suoi.

Verde 6 – Segna il gol che per 88 minuti sembra poter dare i tre punti ai suoi. Ma per il resto poco incisivo.

Ardemagni 6 – Combatte tanto da solo in avanti, provando anche le soluzioni personali che non riescono

Castaldo 5 – Entra ma dimostra di non essere ancora in condizione. Non riesce a gestire i palloni che una volta aveva incollati ai piedi.

Eusepi 5,5 – Prova a fare il lavoro di Ardemagni. Si mette spalle alla porta e lotta contro la difesa avversaria, ma la squadra non ha le energie per seguirlo e aiutarlo.

Omeonga sv

All. Novellino 6,5 – Pochi secondi e sarebbe stata quarta vittoria di fila. La squadra dopo il vantaggio prova a gestire, controllando anche le energie quasi al limite. Peccato per il pareggio nel finale, ma la swuadra c’è.