Processo Calcioscommesse Avellino, domani udienza al Coni

Al collegio di Garanzia sarà discussa una delle eccezioni presentata dall'avvocato Chiacchio

Giornata molto importante quella di domani sul fronte processo calcioscommesse per l’Avellino. Al Collegio di Garanzia del Coni verrà infatti discussa la questione su una delle eccezioni presentate dall’avvocato Eduardo Chiacchio, e cioè quella sulla perentorietà dei termini, dopo che già è stata accolta venerdì scorso quella sulla violazione del contraddittorio (che è il motivo per cui l’udienza dovrà rifarsi il 7 Aprile).

In pratica domani, se venisse accolta quest’altra eccezione presentata dall’avvocato, il processo prenderebbe una piega molto favorevole all’Avellino, come ha spiegato lo stesso Chiacchio ieri sera nella trasmissione Linea Verde Sport a Irpinia TV. Tuttavia non è scontato che il Collegio del Coni accolga quest’altra eccezione come ha spiegato ieri sempre Chiacchio a Radio Punto Nuovo.

L’udienza del 3 marzo è stata positiva soprattutto perché il Tribunale ha accolto le eccezioni preliminari sollevate ad inizio udienza, in modo particolare quella riferita alla violazione dei termini procedurali, adesso, di constatare cosa deciderà il Collegio di garanzia la questione della perentorietà dei termini”, spiega.

Quindi conclude: “La questione verrà esaminata e decisa nell’udienza dell’8 Marzo inerente ad altre società, diventa fondamentale nel processo a carico dell’Avellino, anche se la Procura federale ha eccepito che si tratta di fattispecie diverse. Resta una questione fondamentale per il prosieguo del processo”.