Rastelli al Cagliari: la Reazione dei Tifosi dell’Avellino

Sono tanti i sentimenti provati in questi istanti dai tifosi dell’Avellino: stupore, rabbia, sollievo, rassegnazione. Il motivo? Massimo Rastelli ha levato improvvisamente le tende, per chiudere in pochi minuti la trattativa che lo porterà a sedersi sulla panchina del Cagliari, squadra appena retrocessa dalla Serie A. I sostenitori dei Lupi stanno assumendo due posizioni in particolare: c’è chi è felice dell’abbandono del tecnico di Torre del Greco, perchè atto finale di un ciclo triennale (1 anno di Lega Pro e 2 di Serie B), e poi c’è chi è rammaricato per la decisione dell’ex ala destra, proprio degli irpini, per aver chiuso un percorso con anticipo, lasciando giocatori, società e popolo in balia di possibili sostituti forse non all’altezza di un compito così gravoso ed importante.

Sono numerose le frasi che si leggono negli ultimi minuti sui social network, a partire da “Olè, meglio così”, “Era ora, adesso prendiamo un grande allenatore!”, sino ad arrivare a quelli più malinconici, come “C’amma fa co De Zerbi, era meglio Rastelli”, “Chi è Parlato? Ma dai…”.

Ma ci sono anche commenti ben più aggressivi nei confronti dell’allenatore di Torre del Greco, accusato di essere un “ominicchio”, “attaccato ai soldi”, “traditore” e “mercenario”.

Ricordiamoci sempre che la verità, spesso, sta nel mezzo…

Leggi anche :