Red October Cantù-Sidigas Avellino, Bolshakov: “Avversario ostico”

Nella conferenza stampa alla vigilia della sfida di lunedì sera alle ore 20:30 al PalaDesio contro la Sidigas Avellino, gara valevole per l’11°giornata della LegaBasket Serie A, ha parlato il coach della Red October Cantù Kiril Bolshakov.

Il tecnico ucraino ha commentato così la prestazione della sua squadra nella scorsa partita contro Varese, vinta per 92-82: “A Varese abbiamo ottenuto una bella vittoria visto anche il valore che viene attribuito a questo derby, ma ora non dobbiamo deconcentrarci e dobbiamo pensare alla prossima sfida contro Avellino. Giochiamo al PalaDesio e sono certo che i nostri tifosi creeranno un ambiente caldissimo. Se i ragazzi daranno il massimo in campo, usciranno tra gli applausi del pubblico se perderanno , ma se vinceranno, che rimane ovviamente il nostro obiettivo, saranno gli eroi di Cantù per una settimana”.

Inoltre ha commentato così sugli avversari: “Stiamo lavorando molto per ritrovare la migliore condizione. Sarà un match molto difficile. Quando affronti una formazione più forte della tua devi chiedere a ogni giocatore di fare il massimo individualmente, preparandosi difensivamente per compiere uno sforzo di squadra sperare che il tuo avversario non giochi al 100% della condizione ma al 98%. Avellino ha degli elementi di grandissimo valore come Ragland, Green, Randolph e Thomas. Noi lunedì ne avremo a disposizione solo due lunghi, per questo stiamo cercando un giocatore da aggiungere al nostro roster. A riguardo ci saranno delle novità nei prossimi giorni. Siamo consapevoli di dover affrontare la partita 5 contro 5 e partiremo dallo 0 a 0, quindi daremo il massimo delle nostre possibilità”.

Per quanto riguarda i tifosi, ha aggiunto: “Ho avvertito l’importanza della vittoria nel derby sia per quello che significa per i tifosi sia perché ci ha ridato fiducia dopo un periodo costellato di diverse sconfitte. Dopo la vittoria, il clima in allenamento era molto positivo, però Avellino è un avversario più ostico di Varese e sappiamo anche che se commettiamo un singolo errore saremo puniti”.

Infine, alla domanda di quanto Bolshakov ci mette del suo in allenamento ha risposto:  “Sicuramente ogni giorno ci metto un qualcosa in più. Avevo a disposizione una formazione ben preparata tatticamente grazie all’ottimo lavoro di Kurtinaitis a cui ho aggiunto qualcosa di mio. Oltre all’aspetto psicologico vedo anche l’aspetto tecnico tattico. Sono molto soddisfatto dei miei ragazzi, hanno fatto un ottimo lavoro, e ho molta fiducia in ciò che fanno”.

Red October Cantù-Sidigas Avellino: iniziativa gruppo Eagles “5000 posti”