Red October Cantù-Sidigas Avellino, Sacripanti: “Gara particolare”

Ha parlato in conferenza stampa il coach della Sidigas Avellino Stefano Sacripanti, alla vigilia della sfida di domani sera alle ore 20:30 al PalaDesio contro la Red October Cantù, gara valevole per l’11°giornata della LegaBasket Serie A. Vi ricordiamo che la partita sarà trasmessa su OttoChannel, canale numero 696 del digitale terrestre.

Per Mister Sacripanti è un grande ritorno nella sua terra d’origine dopo ha svolto gran parte della sua carriera: “Giocare contro la squadra della mia città ha sempre un sapore particolare, è una squadra che ho allenato per tanti anni raggiungendo enormi traguardi e togliendomi grosse soddisfazioni. Devo ammettere che a Cantù è rimasto ben poco del livello societario con il cambio di proprietà e gran parte dello staff, una cosa che non cambia mai sono il calore e la passione che ci mettono i tifosi per questa squadra”.

Ha commentato così il match di lunedì: “Questa sarà una gara molto particolare perché ci saranno molti ex, compreso me. Affrontiamo una squadra che ha  un giocatore molto forte come Alex Acker, sia dal punto di vista professionale che umano, che la passata stagione è stato uno dei punti cardine della nostra squadra.

Su Cantù: “Ha dei giocatori di alto profilo, che non potrà più concedersi alibi, e con il lavoro del loro coach gli ha permesso di svolgere una grande partita a Varese in cui si è visto il vero valore di questa squadra. Hanno tre esterni che a parer mio sono i più forti del campionato, discorso diverso per quanto riguarda i lunghi in cui la rotazione è più corta dopo che Lawal ha lasciato questa squadra. Non conosco molto bene il loro allenatore, mi piacerebbe conoscerlo e di vedere quale tipo di gioco adotta per questa squadra”.

Ha commentato così, invece, la prestazione della squadra in settimana nella Basketball Champions League contro il Mega Leks: “Veniamo da una buona disputata in coppa, siamo subito rientrati per allenarci per essere al meglio nel posticipo di lunedì, dobbiamo essere molto bravi a non far fare il gioco fluido agli avversari e di non portare in avanti i loro esterni”.

Quindi conclude: “Quella di lunedì sarà una gara molto interessante e di grande stimolo di approccio fisico e mentale, inoltre non dobbiamo sottovalutare il fattore campo perché i tifosi canturini sono in grado di creare un ambiente importante anche se giocano lontano dal loro stadio”.

Red October Cantù-Sidigas Avellino, sfida dalle sensazioni particolari