Ripescaggi Serie B: Entella e Ascoli al posto di Catania e Teramo

Circa 36 ore e verremo a conoscenza del quadro completo della Serie B 2015-16. Lo scandalo Calcioscommesse ha costretto la Lega e il suo presidente Andrea Abodi a posticipare il fischio d’inizio del campionato, ritardando conseguentemente anche il sorteggio dei calendari, in programma il prossimo 25 agosto.

Prima di ufficializzare il programma della nuova stagione, però, la giustizia sportiva dovrà rendere noto il verdetto finale della triste vicenda. Chi rischia? Catania e Teramo naturalmente. Il presidente degli etnei Antonino Pulvirenti ha confessato di aver comprato 5 partite, per permettere alla sua squadra di salvarsi, mentre il numero uno degli abruzzesi Campitelli, insieme ai ds Di Nicola e Di Giuseppe, avrebbe “truccato” il match contro il Savona, penultima giornata del Girone B di Lega Pro, decisivo ai fini della promozione diretta nel campionato cadetto.

Le probabilità di veder giocare in Serie B queste due società, l’anno prossimo, sono davvero molto scarse. Infatti, le richieste del Procuratore di Cremona Stefano Palazzi avvicinano sempre di più le due compagini alla retrocessione per responsabilità diretta. La cadetteria è composta da 22 squadre, ecco perchè sarà necessario ricorrere a un doppio ripescaggio: in pole, ci sono Ascoli, al posto del Teramo, e Virtus Entella, per occupare il vuoto che lascerà il Catania.

La Procura di Catanzaro ufficializzerà l’esito della riunione in Camera di Consiglio entro la serata di domani, ma non dovrebbero esserci grosse sorprese.

Leggi anche –> Le richieste del Procuratore Palazzi

Leggi anche –> Pulvirenti: “Chiudo con il calcio”