Roberto De Zerbi: “Mi piacerebbe allenare l’Avellino”

In questo campionato ha allenato il Foggia nel girone C di Lega Pro, mancando per un soffio l’accesso ai playoff per la Serie B, ma nel suo futuro da allenatore sembra esserci proprio la cadetteria. Roberto De Zerbi, ex giocatore tra le altre anche dell’Avellino, nella sfortunata stagione del 2008-2009 dove mise a segno 5 gol su 15 presenze, ha rilasciato un’intervista al portale maidirecalcio.com, parlando del suo futuro e menzionando proprio la squadra biancoverde. Alla sua prima esperienza su una panchina professionista, De Zerbi ha concluso il campionato al settimo posto con 66 punti, a meno quattro dal Matera quarto, collezionando un bottino di 18 vittorie, 13 pareggi e 7 sconfitte, con 63 gol fatti (miglior attacco del girone) e 36 gol subiti.

“Mi piacerebbe molto allenare l’Avellino, – ha dichiarato De Zerbi – tornare da allenatore in squadre dove si è giocato è forse la cosa più bella. Per il momento però ho la testa a Foggia e spero di continuare perché possiamo toglierci grandi soddisfazioni”.

L’ex trequartista di Napoli, Cluj e Catania ha anche espresso il suo parere sulle possibilità di promozione degli irpini in Serie A: “Non è facile, ci sono squadre più attrezzate. Si tratta però di un gruppo affiatato, con una società forte rispetto a quando giocavo io e la storia dice che è l’entusiasmo a fare la differenza. Queste caratteristiche possono fare sempre la differenza”.

Leggi anche: