Romulo Togni lascia Avellino: il suo è un Calcio d’Addio

Una ferita che non si rimarginerà più. Non quella che ha rimediato alla gamba, ma quella morale di chi sa che la sua avventura calcistica in Irpinia è giunta al capolinea. Lascerà Avellino Romulo Togni, probabilmente con una rescissione consensuale che accontenterà tutte le parti in causa. La società, che si libererà di uno stipendio notevole ed esagerato per un calciatore che ha deluso le aspettative; il calciatore, che finalmente potrà essere libero di trovare una squadra adatta a lui e dove potrà rinascere, glielo auguriamo; ed anche qualche tifoso, che dopo i cori intonati ieri sarà felice di non rivedere più il brasiliano con addosso la maglia biancoverde.

Chi ha pensato che Tesser avrebbe potuto valutare Togni in ritiro per poi decidere sul da farsi dovrà ricredersi: non ci sono più dubbi sul suo futuro. Lo stesso mister ha confermato al termine del match che Romulo lascerà l’Irpinia. Eppure Togni aveva anche realizzato un bel gol da fuori area nell’amichevole contro la rappresentativa di Sturno, ma la rabbia per i cori ricevuti l’ha sovrastato e al rientro negli spogliatoi tirando un calcio ad una porta si è procurato una ferita che lo ha costretto a lasciare il campo in ambulanza.

Un epilogo eloquente per un’avventura che di positivo non ha nulla. Prima stagione in Serie B, Togni è il miglior acquisto del mercato avellinese, la squadra vuole sorprendere dopo la promozione ottenuta a Catanzaro. Peccato che l’idillio duri fino alla trasferta di Lanciano, quando Romulo si procura un brutto infortunio alla testa che lo mette ko. Fino a quel momento le prestazioni erano state insufficienti, quando tornerà disponibile non ci sarà più spazio per lui. Nella passata stagione il prestito in Lega Pro alla Spal, senza infamia né lode.

E ora il terzo ritiro con l’Avellino, l’ultimo, chiuso nella maniera peggiore, con un calcio rifilato a ciò che poteva essere e non è stato.

Leggi anche: