Sequestrati beni per 850 mila euro a Walter Taccone

Ammontano a circa 850mila euro i beni sequestrati a Walter Taccone. L’operazione, secondo l’edizione odierna de “Il Quotidiano del Sud”, è stata messa a segno dagli uomini della Guardia di Finanza su richiesta del Procuratore aggiunto Vincenzo D’Onofrio. Gli uomini delle Fiamme Gialle si sono recati begli uffici della Clinica Santa Rita dove sono stati prelevati beni per un ammontare di 850mila euro. Ma perché è stato operato questo sequestro ai danni del presidente dell’Avellino?

Secondo le prime indiscrezioni il numero della compagine avellinese non avrebbe versato per anni contributi ai dipendenti della clinica e quindi ci sarebbe stata l’azione di rivalsa degli uomini della Finanza nei confronti dell’imprenditore. C’è però da chiarire che in questa faccenda l’Avellino non è coinvolta perché si tratta solo di un’azione giudiziaria nei confronti dei beni di proprietà di Walter Taccone. Insomma i tifosi della squadra biancoverde posso stare tranquilli dal punto di vista dell’assetto societario.

Leggi anche: