Avellino Serie A: L’ultima contro la Juventus (1987-88)

il 13 marzo del 1988 l'ultima sfida in A contro i bianconeri

Ai tempi della Serie A, la sfida contro la Juventus era sicuramente quella più attesa dai tifosi dell‘Avellino. In quel decennio infatti, la squadra bianconera era tra le più forti non solo in Italia, ma anche in Europa, con Trapattoni che portò i bianconeri a vincere tutto quello che c’era da vincere.

Impossibile poi non ricordare come tra le tifoserie delle due squadre ci siano sempre stati buoni rapporti, anche per le due salvezze che l’Avellino conquisto a Torino, nel 1978-79 e nel 1983-84. Nell’ultima stagione dell’Avellino in A, però le cose sono cambiate per entrambe le squadre, in peggio.

L’Avellino di Bersellini è in lotta per non retrocedere e a causa di un girone di andata pessimo, è penultimo a 13 punti. Fino a quel momento aveva vinto solo due partite, contro Torino e Verona. La Juventus di Marchesi (ex allenatore dell’Avellino nei primi due anni di A) dal canto suo sta vivendo una delle peggiori stagioni della sua storia: è sesta a 21 punti, lontanissima dalla zona scudetto. L’epoca d’ora di Platini e dei campioni del Mondo del 1982 con l’Italia è ormai lontana.

Nella foto, il gol di Bertoni su punizione
Nella foto, il gol di Bertoni su punizione

Le due squadre si affrontano al Partenio il 13 Marzo 1988, alla 22esima giornata. L’Avellino è in un buon momento e vuole proseguire il momento positivo. Gli uomini di Bersellini (espulso a fine gara) sfoderano una grande prestazione e grazie a una punizione di Bertoni al ’25, si tolgono lo sfizio di battere la Juventus, come era accaduto solamente nel dicembre del 1979, sempre al Partenio

Sarà purtroppo l’ultima sfida in A. Le due squadre si incontreranno di nuovo solo in Coppa Italia, ad Avellino il 30 Agosto del 1995, e più recentemente a Torino nel dicembre del 2013, con l’invasione dei tifosi biancoverdi allo “Juventus Stadium”.

Tabellino dell’incontro:

Avellino: Di Leo, Ferroni, Colantuono, Boccafresca, Amodio (’84 Grasso), Storgato, Bertoni, Benedetti, Schachner, Colomba (’80 Murelli).

Juventus: Tacconi, Napoli, Cabrini, Bonini, Brio, Tricella, Mauro, Alessio (’46 Buso), Rush, De Agostini, Laudrup (’71 Vignola).

Arbitro: Sguizzato di Verona

Reti: Bertoni ’25

E qui invece la sintesi