Serie B, 13a giornata: Brescia-Cesena 3-2, oggi Spezia-Verona

È iniziata ieri con la vittoria per 3-2 del Brescia sul Cesena la tredicesima giornata del campionato di Serie B. Nel Cesena l’avvento di Andrea Camplone al posto di Massimo Drago non cambia il trand negativo in trasferta dei romagnoli che subiscono già nel primo tempo la doppietta bresciana di Torregrossa (13′, 20′). Nella ripresa Ciano (75′) accorcia per gli ospiti le distanze, ma Martinelli (84′) riporta in vantaggio il Brescia garantendone la vittoria.

Sono previste per la giornata di oggi, invece, le seguenti partite con fischio d’inizio alle ore 15:00:

Latina – Bari: La vittoria alla squadra di Vivarini manca da quattro giornate e la sconfitta esterna rimediata a Cittadella impone ai nerazzurri un maggiore impegno tra le mura amiche del “Francioni“. Lo sa bene il Bari che, di contro, è tornato alla vittoria battendo al “San Nicola” la Pro Vercelli. La squadra di Stellone, però, lontano dalla Puglia, ha racimolato sei punti in sei partite, vincendo una sola volta e rimediando tre pareggi e due sconfitte.

Pisa – Perugia: la vittoria in casa Pisa manca da tre giornate ed il pareggio esterno di Salerno contro gli uomini di Sannino ha restituito solidità alla squadra di Gattuso che, precedentemente, aveva ottenuto un altro pari a Latina. Adesso i nerazzurri attenderanno un Perugia che in trasferta ha regolato con un poker il Vicenza al “Menti“, riprendendosi dallo scivolone casalingo contro il Carpi.

Spezia – Verona: il big match della tredicesima giornata si può considerare questo. Al “Picco” lo Spezia è tornato a far punti con Brescia e Cittadella, dimenticando la sconfitta interna rimediata contro il Carpi, ma in trasferta gli uomini di Di Carlo non sono altrettanto imbattibili, avendo perso al “Vigorito“, nell’ultimo turno, contro il Benevento. Dal canto suo il Verona ha, sino ad ora, mantenuto un ruolino di marcia impressionante di sette vittorie e due pareggi, battendo nell’ultimo impegno il Trapani al “Bentegodi“.

Pro Vercelli – Carpi: altrettanto interessante è la partita del “Piola“, tra le cui mura la Pro Vercelli ha issato un vero e proprio fortino: ben sette punti in tre partite (due vittorie e un pareggio) sono stati ottenuti sul terreno di gioco amico dagli uomini di Moreno Longo, mentre il Carpi ha dimostrato di essere maestro nello sfatare i tabù, interrompendo l’imbattibilità dello Spezia e del Perugia in Liguria e in Umbria.

Ascoli – Virtus Entella: la serie positiva dell’Ascoli dura da tre partite. Ben due vittorie ed un pareggio sono stati ottenuti dalla squadra di Aglietti che, adesso, dopo il grande risultato rimediato al “Cabassi” per 0-2 contro il Carpi, attende un’Entella che vanta il secondo migliore attacco del torneo, grazie al quale ha vinto sia in trasferta contro il Cesena, sia in casa ai danni del Brescia.

Novara – Spal: anche il “Piola” di Novara, come quello di Vercelli, è un fortino per gli azzurri di Boscaglia: nove punti in tre partite per i piemontesi significano tre vittorie inanellate contro Ascoli, Avellino e Bari. Lo sa bene la Spal che, reduce dalla vittoria casalinga proprio contro gli Irpini, è chiamata ad un rendimento migliore lontano dal “Mazza“, poiché, in trasferta, gli uomini di Semplici hanno racimolato solamente due punti in sei partite.

Cittadella – Salernitana: discontinuo è il rendimento casalingo del Cittadella che al “Tombolato” ha ottenuto una sola vittoria, la recente contro il Latina, e due sconfitte. Di contro la Salernitana è in serie utile da cinque partite, avendo ottenuto una vittoria e cinque pareggi, l’ultimo contro il Pisa allo stadio “Arechi“.

Trapani – Vicenza: la partita tra siciliani e veneti si può già considerare uno scontro diretto per la salvezza. Entrambe le compagini coabitano nei bassi fondi della classifica ed ambedue sono reduci da due sconfitte, rispettivamente, rimediate contro Verona e Perugia. In casa Trapani però, l’ultimo risultato casalingo è stato positivo, poiché ha costituito la prima vittoria dei granata in questa stagione contro il Benevento. Non ha avuto più continuità, invece, il buon inizio di Bisoli sulla panchina vicentina: due sconfitte sono i risultati che i biancorossi si porteranno dietro al “Provinciale“, motivazione in più per riequilibrare un torneo iniziato in salita.

Toccherà domenica all’Avellino, alle ore 15:00, in un orario che ricorda i nostalgici impegni della Serie A, affrontare al “Partenio – Lombardi” il Frosinone. Difficile è stata la settimana biancoverde, con tanti rumors attorno alla posizione di Mimmo Toscano, dapprima dato per esonerato e poi confermato, allontanando (per ora) il fantasma di De Canio sulla panchina irpina. Il “tanto rumor per nulla” susseguito alla disfatta di Ferrara dovrà portare dei punti importanti ai Lupi che, in casa, hanno dimostrato di essere più incisivi e convincenti che in trasferta. Non sarà facile l’impegno domenicale contro il Frosinone, poiché la quarta della classe vanta una qualità ed una esperienza della rosa superiore alla categoria. Lo sa bene Mimmo Toscano che cercherà di sfruttare la meno incisività ciociara in trasferta.

Chiuderà il palinsesto il posticipo del lunedì tra Ternana e Benevento. Vittoriosi contro il Novara al “Liberati” nell’ultimo turno, i ragazzi di Carbone attendono un Benevento che, lontano dalla Campania, non è più così cinico e continuo come ad inizio stagione. Una vittoria e due sconfitte sono i risultati ottenuti in tre trasferte dai giallorossi, i quali si presenteranno in Umbria forti del successo rimediato tra le mura amiche contro lo Spezia.

Leggi Anche: