Serie B 2013/2014: boom di spettatori allo stadio, record Avellino

Bella e scoppiettante l’ultima giornata d’andata del campionato di Serie B 2013/2014. Ben 5 vittorie in trasferta, 32 reti, nessuno 0 a 0, con la maggior parte delle gare decise sul filo di lana e con tante anzi tantissime emozioni.

Giornata spettacolare non solo sui campi ma anche sugli spalti degli undici stadi del secondo campionato italiano. Con 75mila e 800 spettatori, infatti, si è raggiunto il secondo record stagionale di pubblico, dopo gli 82.236 della prima giornata. Un incremento del 20% degli spettatori rispetto alla media degli stessi campi (30% se si considera la media dell’intero campionato) di questa prima parte del torneo, con quasi tutte le squadre che hanno superato i propri standard abituali.

Sciarpata Curva Sud Partenio

Record di spettatori per Pescara, 13540 fra abbonati e paganti, Cesena con 10965 e per l’Avellino con ben 10105. Nelle due giornate “natalizie” sono stati oltre 120mila gli spettatori per 21 partite, superando anche l’ottimo risultato dell’anno scorso, quando sempre con lo stesso numero di partite si arrivò a 110mila. Aggiungendo i tifosi da bar e quelli da casa, i telespettatori della Serie B hanno raggiunto dimensioni notevoli.

Con la riapertura della Curva Nord del Partenio-Lombardi l’Avellino potrebbe raggiungere il primato come spettatori e superare compagini come Pescara, Palermo e Cesena. Per raggiungere obiettivi che vanno oltre la salvezza serve anche uno stadio pieno in ogni angolo di posto e, raggiungere quota 15000 spettatori in casa, sarebbe l’ennesimo successo di questa società che sta facendo sognare tutti i tifosi irpini.

Leggi anche –> Serie B: risultati e classifica della 21a giornata, Avellino al terzo posto

Leggi anche –> Avellino-Padova, le pagelle dei lupi

Leggi anche –> Avellino-Padova, Fabbro torna in campo dopo l’infortunio