Serie B 2013/2014: le pagelle del girone d’andata

Siamo ormai giunti al giro di boa del campionato di Serie B. Una lunga pausa attende le formazioni impegnate in questo difficile torneo che potranno, così, ricaricare le pile e ripartire verso il raggiungimento dei rispettivi obiettivi stagionali.

Molte sono state le sorprese che hanno caratterizzato, fino ad ora, il girone d’andata: il grande equilibrio, che si rispecchia in una classifica che lascia ogni discorso in ottica promozione più che aperto, l’assenza di un padrone, ovvero di una squadra ammazza-campionato e la partenza super delle quattro matricole, che occupano i piani alti della classifica.

Sicuramente chi ben inizia è a metà dell’opera, ma bisogna essere consapevoli che un nuovo campionato sta per iniziare, infatti, molte formazioni si rinforzeranno, in modo da essere maggiormente competitive e pronte a raggiungere i traguardi prefissati la scorsa estate.

In attesa del mercato di riparazione, che terrà banco in questo lungo mese di sosta, passiamo a dare un giudizio, un voto, alle compagini che si sono battute in questa prima metà di campionato.

Avellino Esultanza

AVELLINO –  Non ci sono più aggettivi per esprimere quello che gli uomini di Mister Rastelli stanno realizzando in questa stagione! Ad Avellino ormai si sogna ad occhi aperti e dopo decenni si pronuncia nuovamente quella lettera… La A! Artefici di questo miracolo sportivo sono Mister, calciatori e dirigenti, che con grande serietà e dedizione stanno mandando, partita dopo partita, in estasi il popolo biancoverde. La formazione irpina sta basando i propri successi su un nucleo di calciatori che ormai si conoscono bene e che, insieme, hanno già vinto lo scorso campionato di Lega Pro. Con i giusti innesti e con  una buona dose di fortuna, che nella vita non guasta mai, chissà Castaldo&Co dove arriveranno! VOTO 9

BARI – I pugliesi non hanno iniziato la stagione nel migliore dei modi: il coinvolgimento nella vicenda legata al calcio scommesse è stata un’autentica mazzata per i galletti. Tuttavia, i calciatori hanno saputo reagire nel migliore dei modi, regalando ai propri sostenitori una buona partenza e anche qualche soddisfazione (come il prestigioso successo ottenuto ai danni del Palermo). Il girone d’andata si conclude con 23 punti in cascina, un bottino che relega i biancorossi in piena  zona play – out. VOTO 5,5

BRESCIA – E’ sicuramente una delle delusioni della prima frazione di campionato, sono pochi, infatti, 30 punti per una squadra che ha l’onere di raggiungere la massima serie. Le Rondinelle dipendono troppo dal loro uomo simbolo, nonché bandiera: l’Airone Caracciolo. Ci sono, però, anche segnali incoraggianti, infatti la squadra appare in ripresa e non perde da cinque turni. VOTO 6 –

CARPI –  L’impatto con la cadetteria è stato, per gli uomini di Vecchi, sicuramente più che positivo: 30 punti ed ottavo posto al termine del giro di boa. La squadra è stata costruita in modo impeccabile e continuerà, con molte probabilità, a dare filo da torcere fino all’ultima partita. VOTO 7,5

CESENA – Partiti con l’intenzione di disputare un campionato di vertice, gli uomini di Bisoli non stanno deludendo, confermandosi squadra tosta e difficile da battere. La nota di maggiore interessa resta indubbiamente il pubblico del Manuzzi, fra i più caldi dell’intera cadetteria. VOTO 6,5

CITTADELLA – L’impressione è che i veneti dovranno faticare tanto per il raggiungimento della salvezza. I granata hanno un po’ deluso nel loro rendimento e a preoccupare è la difficoltà ad andare in gol (solo 19 centri). Nonostante ciò, la squadra è in piena corsa per il raggiungimento dell’obiettivo ed attualmente disputerebbe il play out, affrontando il Novara. VOTO 5,5

CROTONE – Ottima partenza dei pitagorici che col loro gioco divertono ed ottengono risultati.  Play off alla portata malgrado gli ultimi stop. VOTO 7

EMPOLI – Toscani protagonisti fino a questo momento. Punti di forza sono sicuramente il duo Tavano – Maccarone, ma un plauso merita anche il pacchetto arretrato, il migliore del torneo (16 gol incassati). VOTO 7

Empoli-Latina

JUVE STABIA – I campani sono sempre più fanalino di coda. Difficile trovare dei lati positiva in questa annata sciagurata e, salvo miracoli, sembra ci sia ben poco da fare se non prepararsi ad un mesto ritorno in Lega Pro. VOTO 4-

LATINA – I laziali rappresentano sicuramente una delle note liete di questa prima parte del campionato. Dopo una falsa partenza, culminata con l’esonero di Auteri, i pontini hanno acquisito, giornata dopo giornata, sempre più fiducia nei propri mezzi, fino a stanziarsi nei quartieri alti della classifica. I nero – azzurri possono contare tra le proprie fila di ottime individualità, inoltre, la squadra sembra essere molto equilibrata: 20 gol all’attivo e 18 subiti. VOTO 7 +

MODENA – Campionato dal doppio volto per gli emiliani: dopo un’ottima partenza, i canarini sono incappati in una preoccupante serie negativa.  22 punti danno poche certezze ai tifosi modenesi, ma ad allarmare maggiormente sono le quattro sconfitte consecutive incassate nelle ultime giornate. La pausa arriva sicuramente nel migliore dei momenti. VOTO 4,5

NOVARA – Forse è la squadra che più di tutte ha deluso finora, 20 punti rappresentano un bottino misero per una formazione di spessore (sulla carta) e che aveva entusiasmato nel corso dell’ultimo campionato. Urgono rinforzi. VOTO 4

PADOVA – Ci troviamo, anche in questo caso, a parlare di una delusione del girone d’andata. Squadra costruita per vincere e che, invece, si trova a combattere per non precipitare in inferno. Tuttavia, la coppia Rocchi – Pasquato, rappresenta un lusso per la categoria e la salvezza non sembra una missione impossibile. VOTO 4,5

PALERMO – Per gli addetti ai lavori doveva essere un autentico schiaccia – sassi, il ritorno in Serie A era stato annunciato come una semplice formalità. Il Palermo può vantare, nella sua rosa, di elementi che farebbero gola anche ai più prestigiosi club della massima serie, tuttavia, molteplici sono state le difficoltà e gli ostacoli incontrati dal  club siciliano. Partenza ad handicap con Gattuso seduto in panca, poi il cambio di allenatore e l’arrivo dei tanto attesi risultati, seppur il bel gioco continui a latitare. VOTO 6

Munoz Palermo

PESCARA – Gli abruzzesi vogliono riprendersi quanto perso lo scorso anno, ovvero la A, e si trovano, a metà torneo, in piena corsa per un posto nei play – off. I delfini chiudono il girone in crescendo (nonostante la sconfitta con l’Empoli) con 34 punti, frutto di 9 successi e 7 pari. VOTO 6,5

REGGINA – Il presidente Foti ha ben poco da gioire, i suoi uomini chiudono la prima parte del campionato con soli 14 punti ed avanza sempre più lo spettro della retrocessione. Gli amaranto hanno grosse difficoltà ad andare in rete, mentre la difesa appare assai vulnerabile, essendo la penultima del torneo (34 gol subiti). VOTO 4

SIENA – I bianconeri si sono presentati ai nastri di partenza di questa Serie B in uno scenario tutt’altro che tranquillo: iscrizione a forte rischio, deferimenti e ben 5 punti di penalizzazione. La rosa a disposizione di Mister Iachini è di primo livello e difficilmente non otterrà il pass per un posto nella griglia play – off. VOTO 5,5

SPEZIA – Anche quest’anno sono approdati in Liguria calciatori dai nomi altisonanti, che, però, non hanno perso tempo a tradire la fiducia dei propri tifosi. Un rendimento troppo altalenante, specie tra le mura amiche, mette a serio rischio il raggiungimento di una posizione di classifica consona agli investimenti sostenuti in estate dalla dirigenza. VOTO 5

TERNANA – Gli umbri si sono rafforzati molto nella finestra estiva di mercato e sicuramente la dirigenza si aspettava un altro tipo di campionato. Invece sono solo 22 i punti conquistati nel girone d’andata dalle fere che dovranno lottare col coltello tra i denti per abbandonare la zona calda della classifica. VOTO 5

TRAPANI – Continua la bella storia del club siciliano che, nel giro di pochi anni, è passato dai polverosi campi della Serie D al prestigioso palcoscenico della cadetteria.  Con 30 punti ottenuti fino ad oggi, la salvezza appare un obiettivo più che raggiungibile. VOTO 7,5

VARESE –  I tifosi dei lombardi si aspettavano qualcosa in più del quattordicesimo posto attuale e non hanno tutti i torti. Il reparto che meglio si è espresso finora è quello avanzato, con un Pavoletti che farà parlare bene di se. VOTO 5

VIRTUS LANCIANO – I frentani sono partiti con l’obiettivo di bissare la salvezza ottenuta la passata stagione, confermando buona parte della rosa. I rosso – neri hanno comandato per lunghi tratti la classifica, cedendo solo nel finale. Ci sono tutti i presupposti per divertirsi, una volta raggiunta quota 50 punti. VOTO 8

Leggi anche –> Serie B: risultati e classifica della 21a giornata, Avellino al terzo posto

Leggi anche –> Serie B 2013/2014: boom di spettatori allo stadio, record Avellino