Serie B 2017-18, mancano ancora due squadre

Quasi delineato il quadro del prossimo campionato di B

Da pochissimo è terminato il campionato di Serie B, ma è già tempo di pensare alla stagione 2017-18, che vedrà anche l’Avellino ai nastri di partenza, per il quinto anno consecutivo. Per completare il quadro della prossima stagione mancano però ancora due squadre: l’ultima retrocessa dalla Serie A dopo Palermo e Pescara (che hanno disputato un campionato davvero pessimo) e la vincente dei play-off di Lega Pro.

Nel primo caso la lotta è tra tre squadre: Genoa, Empoli e Crotone si giocheranno la permanenza nella massima serie negli ultimi 180 minuti. I calabresi, nonostante la rimonta straordinaria, sono ancora gli indiziati maggiori per retrocedere, considerato lo svantaggio e l’impegno contro la Juventus. Il Genoa però è in caduta libera, mentre l’Empoli ha il calendario più facile: nulla è ancora deciso.

Diversa la situazione in Lega Pro, dove salite direttamente come vincitrici dei gironi Cremonese, Venezia e Foggia, ci sono ora i play off, che vedono in ballo ben 16 squadre (è già stata disputata fase preliminare con 24 squadre).

Oggi hanno inizio gli ottavi di finale: le favorite sembrano il Lecce, che dovrà vedersela contro la Sambenedettese, e il Parma, che avrà il derby contro il Piacenza. Invece la grande delusa del Girone A, l’Alessandria (che ha perso al fotofinish la volata contro la Cremonese di Tesser) affronterà la Casertana. Dopo gli ottavi, ci saranno i quarti, e poi semifinali e finali in gara unica a Firenze, con conclusione il 18 Giugno.

Di certo si può dire che l’Avellino il prossimo anno disputerà ancora i derby contro Benevento e Salernitana; tornerà la sfida sentita contro il Foggia, e potrà riabbracciare Tesser da avversario con la sua Cremonese (a meno che il tecnico di Montebelluna non vada via).