Serie B, 26esima giornata: big match Verona-Spal

La Serie B riparte questo week-end con 26esima giornata: big match è sicuramente Verona-Spal, posticipo in programma al “Bentegodi” lunedì sera. Ma nel prossimo turno sono tante, come al solito, le sfide aperte a ogni pronostico in questo campionato di Serie B, che possiamo definire il più imprevedibile del pianeta. Andiamole ad analizzare:

Latina-Novara (venerdi 20.30)
Al Francioni il Latina è chiamato per forza di cose, ad ottenere i tre punti, per evitare di far finire nel baratro una stagione partita male e con tanti problemi. I pontini vengono da due sconfitte consecutive, e senza ombra di dubbio, sono la compagine di tutta la categoria che trova più difficoltà in zona gol. In realtà la società pontina sta rinnovando la società (probabile anche l’ingresso dei quadri dirigenziali dell’ex bandiera della Roma Giuseppe Giannini) ma sul campo sta trovando grandissime difficoltà. Davanti, sfumato il sogno Eduardo, agiranno Corvia e Roberto Insigne con Buonaiuto trequartista. Mancherà lo squalificato Di Matteo.

Il Novara è entrato, d’altro canto, in un tunnel senza uscita, infatti ha fatto 3 pareggi di fila dopo aver perso a Trapani, buttando nell’ultimo turno la vittoria contro il Cittadella. Boscaglia è a rischio, dunque, la squadra piemontese sembra essersi disunita dopo l’addio di uno dei leader dello spogliatoio, Faragò.
Il tridente Sansone-Macheda-Galabinov dovrebbe agire davanti, nonostante le ultime prestazioni in ombra, dietro confermatissimi una delle coppie di centrali migliori della categoria: Troest-Scognamiglio.

Pronostico: 1

Bari-Ternana (sabato ore 15)
Sul perché il Bari non riesca a ingranare, ci siamo fatti tanti dubbi. In realtà potrebbe essere solo una questione di tempo, anche se le giornate a disposizione sono sempre meno. Galano-Floro Flores-Brienza saranno chiamati a fare gol, con Raicevic e Maniero pronti a subentrare, un reparto di grandissima qualità coadiuvato da un centrocampo muscolare, con la novità Salzano, a giostrare la manovra.

Di contro la Ternana, dopo la sconfitta del derby (almeno sul campo) è diventata una polveriera con la società completamente in disaccordo con la tifoseria che è esplosa in una protesta senza precedenti. In realtà, la squadra umbra manca di personalità perchè chiunque di noi non avrebbe scommesso nemmeno un euro che una squadra che annovera Ledesma, Diakitè, Falletti, La Gumina, Pettinari, Acquafresca ma soprattutto Avenatti sia in questa condizione drammatica di classifica. Fare risultato a Bari diventa quasi obbligatorio.

Pronostico:1

Carpi-Brescia (sabato ore 15)
Tre sconfitte di fila, numeri incredibili, per la squadra di Castori chiamata a fare risultato onde evitare di essere definitivamente risucchiata nella zona rossa. Dover cambiare obiettivi in corsa può essere controproducente per gli emiliani che si schierano con Lasagna e Beretta di punta, dopo la squalifica di Mbakogu e l’ex Bari Fedato a supporto con Jelenic pronto ad agire a gara in corso.

Il Brescia, invece oramai deve lottare per la salvezza, dopo che la squadra di Brocchi è entrata in crisi dopo la sconfitta subita contro i lupi. L’arrivo di Blanchard ha dato nuova linfa a una retroguardia che fini troppo spesso è stata bersagliata dagli attacchi avversari, davanti agirà ancora anche Bonazzoli dopo le ultime convincenti prestazioni del ragazzo scuola Inter.

Pronostico: 1

Cittadella-Avellino (sabato ore 15)

La straordinaria vittoria del Partenio contro l’Hellas, lascia in dote grandissima fiducia e speranza per il futuro a tinte biancoverdi. 6 turni consecutivi senza perdere, tanta voglia di stupire, una difesa ermetica come non si era vista mai. Inutile dire che il Cittadella affronterà il peggiore avversario possibile.

Venturato, dopo il ciclo Foscarini ha costruito una squadra tatticamente compatta ed equilibrata, che si affiderà ancora al duo Arrighini-Iunco davanti (che non danno punti di riferimento) con Luca Vido, talento più cristallino della primavera del Milan, pronto ad entrare a partita in corso.

I lupi, non vogliono più fermarsi, la formazione dovrebbe essere la stessa che ha battuto l’Hellas, nonostante il recupero di Gonzalez, infatti dovrebbe essere confermato Perrotta. La carta in più potrebbe essere Castaldo oramai completamente recuperato e lo sfruttare lo straordinario momento di forma di Ardemagni. Una eventuale vittoria dell’Avellino farebbe infuocare ancora di più una piazza che fino a qualche settimana fa sembrava rassegnata.

Pronostico: non si fa

Perugia-Entella (sabato ore 15)
La squadra del momento in B è sicuramente il Perugia. Gioco spettacolare, concretezza tattica e capacità di offendere sono le tre caratteristiche fondamentali della squadra di Bucchi che dopo il grande pareggio di Bari ha ottenuto 2 vittorie consecutive tra cui quella del derby ancora sub-judice dopo il ricorso della Ternana.
Gnahorè, l’uomo che potrebbe far saltare il derby, sarà riconfermato dopo la grande gara della settimana scorsa a centrocampo con Mustacchio e Guberti alle spalle di Forte. Partirà dalla panchina l’eroe del derby Nicastro.

L’Entella con la rovinosa caduta in casa contro la Spal ha minato le certezze che si era costruita in trasferta e adesso onde evitare spiacevoli situazioni deve fare punti al Curi. Breda si affida al duo Catellani-Caputo e all’insostituibile capitano Troiano a centrocampo.

Pronostico: 1

Pro Vercelli-Benevento (sabato ore 15)
Testa coda da brividi al Piola. Fino a poche giornate fa, sembrava che la Pro fosse lanciata verso una salvezza tranquilla, ma ultimamente, complice anche l’infortunio del suo bomber La Mantia è ricaduta nel baratro e ora è chiamata a fare risultato contro quella che è definita oramai la squadra rivelazione del campionato.
Longo, si affiderà, per salvare la sua panchina, al duo Nicola Morra-Comi, con Zaccagno che sostituirà in porta lo squalificato Provedel.

Il Benevento, però non vuole fermarsi qui, e Baroni vuole inserire nei suoi formidabili schemi di attacco anche Pajac, autore di una ottima prestazione nell’ultimo turno. Terminale offensivo quel Fabio Ceravolo sempre più protagonista in terra sannita.

Pronostico: 1

Salernitana-Cesena (sabato ore 15)
Vietato Morire. Non è sto parlando dell’ultimo fortunato singolo di Ermal Meta, ma della presentazione della gara dell’Arechi. Chi perde infatti, potrebbe ripiombare nel baratro e di contro una vittoria farebbe allontanare una della due squadre dalla zona rossa.
Gli uomini di Bollini, dopo l’impresa di Vicenza, vogliono continuare a fare bene, sarà quindi confermatissimo Busellato ultimo match-winner, mentre ci sarà ancora panchina, probabilmente per Donnarumma, con l’intoccabile Coda di punta.

Il Cesena, invece, che fa benissimo al Manuzzi, cerca certezze fuori casa, dopo che in trasferta, abbiamo ancora tutti negli occhi la prestazione sfornata contro la Roma in Coppa Italia. Camplone sa che delle squadre nelle zona basse, la sua è la più dotata tecnicamente allora schiera in campo tutta la sua artiglieria pesante con Cocco, Ciano e Moussà Kone contemporanemente in campo, e Alejandro Rodriguez pronto a subentrare.

Pronostico: X

Spezia-Trapani (sabato ore 15)
Finalmente Spezia. Dopo un inizio non semplice, la serie cadetta, sembra aver ritrovato i liguri come assoluti protagonisti, confermato i pronostici iniziali dei bookmaker.
Di Carlo vuole dare continuità di vittorie e si affida ancora alla premiata ditta Piccolo-Granoche con alle spalle colui il quale ha cambiato queste ultime giornate dello Spezia: Diego Fabbrini, di ritorno dalla sua esperienza in Inghilterra.

Il Trapani è ancora aggrappato con i denti ad un campionato che però sembra non voler aspettare più nessuno. L’insperato pareggio dell’ultimo turno, ha detto ancora una vola di più che i siciliani sono squadra viva più che mai. Ma al Picco serve una impresa di proporzioni epiche per evitare di allontanarsi ancora di più dal sogno salvezza. Confermato sulla fascia l’ex obiettivo dei lupi Rizzato.

Pronostico: 1

Vicenza-Ascoli (sabato ore 15)
Il Vicenza dopo aver perso il primo scontro diretto dei due consecutivi al Menti contro la Salernitana, adesso è chiamato a sfruttare questo altro match. Bisoli conferma nonostante le ultime prestazioni insufficienti Gucher a centrocampo, mentre davanti l’addio di Raicevic sembra aver fatto perdere la bussola agli avanti vicentini, che sono chiamati con De Luca e Ebagua a fare gol. Nelle ultime due giornata questa e quella del Partenio i biancorossi si giocano molto.

Si gioca molto, però, anche l’Ascoli, infatti una eventuale vittoria potrebbe aprire per gli uomini di Aglietti speranze incredibili di play-off. Marchigiani che confermano i suoi due talenti: Orsolini in ombra però nelle ultime giornate e sopratutto “il nuovo Bobo Vieri”, Favilli in gol oramai consecutivamente. Stavolta ci sarà spazio anche per il neo arrivato Bentivegna.

Pronostico: 1

Pisa-Frosinone (domenica ore 15)
La sfida domenicale è molto interessante tra la neo capolista Frosinone chiamata a riconfermarsi e il Pisa di Gattuso che dopo aver trovato una certa quadratura anche in trasferta, adesso vogliono continuare a fare punti a domicilio.
Gattuso si affida a Manaj di punta con il duo Angiulli-Di Tacchio confermato a centrocampo (quest’ultimo sogno dell’Avellino per la prossima stagione).

Il Frosinone sulle ali dell’entusiasmo, continua ad affidare le chiavi del centrocampo a Maiello, con il nostro Benjamone Mokulu pronto ad avere più minutaggio. Dietro confermato il colpo della B, in fase difensiva, quell’Emanuele Terranova che sembra aver messo alle spalle i problemi fisici che ne hanno ingabbiato le doti.

Pronostico: X
H.Verona-Spal (lunedi 20.30)
Il Verona, dopo aver lasciato le penne ad Avellino, ora è chiamato a rialzarsi subito nel big-match della 26esima. Pecchia ritrova Pazzini al centro dell’attacco con Luppi al suo fianco.

La Spal di Semplici, vuole continuare a stupire, e continuerà ad affidarsi alle giocate di Floccari davanti con i due ex lupi Arini e Zigoni, sicuri protagonisti del match.

Pronostico:1