Serie B, Latina assolto: niente penalizzazione

In queste ultime ore, il Tribunale federale – Sessione Disciplinare della FIGC, ha deciso di non assegnare nessun punto di penalizzazione all’U.S. Latina dopo il mancato pagamento dei compensi per le ritenute Irpef e contributi Inps dovuti ai propri tesserati, per i lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità del mese di gennaio e di febbraio del 2016.

La decisione è stata presa dopo la segnalazione della CO.VI.SO.C, per il mancato emolumento dei contributi da parte del club laziale, il quale ha subito fatto ricorso che nel pomeriggio di quest’oggi è stato accolto. Il club pontino comunicò, all’epoca dei fatti, quando il proprietario del club era ancora la famiglia Aprile, di aver saldato ogni spettanza così come previsto dalle norme federali e di non aver mai ritardato neanche di un giorno il pagamento di questi.

Alla fine, la vera causa, è stata quella del malfunzionamento del sistema di pagamento della Banca Popolare del Lazio, nella quale si è assunta la piena responsabilità del mancato versamento dei contributi, nel quale è stato effettuato il giorno dopo a quello della scadenza, ossia quella del 18 aprile 2016.