Pisa-Avellino: Pasquetta, ex e scaramanzia

Un po' di scaramanzia serve per esorcizzare i gol di Masucci contro i lupi

Domani nella giornata di Pasquetta, in occasione del match Pisa-Avellino, faranno capolino contro i lupi un ex biancoverde e anche un irpino. Sarà una gara fondamentale per entrambe le formazioni, nobili decadute, ora in lotta per non retrocedere. Tale tipo di contesa ha visto le due squadre competere per anni in serie A, allora c’era da salvare la massima serie!

Domani partita ricca d’interessi, anche perché c’è l’insolita novità di giocare nel giorno di Pasquetta e, tra le fila pisane, giocherà Federico Angiulli, ex centrocampista dei lupi oltre all’irpino Gaetano Masucci, che però non ha mai vestito la maglia biancoverde.

Il milanese Angiulli ha lasciato un ottimo ricordo in Irpinia e, a suo dire, non l’avrebbe mai lasciata, ma le scelte tecnico-societarie hanno portato ad una sua cessione. Fez ha giocato con l’Avellino nella stagione del ritorno in B 2012/2013 collezionando 21 presenze e mettendo a segno due reti. L’anno successivo in cadetteria ha trovato meno spazio e a fine stagione è approdato alla Reggiana. Centrocampista mancino si è fatto apprezzare per il suo particolare attaccamento alla maglia, e lo ricordiamo con piacere anche per un video girato insieme a Davide Zappacosta nel quale i due cantavano l’inno dell’Avellino. Curioso aneddoto anche relativo al Papà del mediano, il quale era un assiduo frequentatore dei locali milanesi in cui l’Avellino club Milano organizzava la visione delle partite dei lupi.

Masucci invece, come detto, non ha mai giocato nella sua terra d’origine, ma spesso e volentieri ha fatto gol contro l’Avellino. Il calciatore ha calcato anche i campi della serie A, con il Sassuolo. Lo scorso anno il passaggio all’Entella, in serie B, e due gol contro la squadra per cui tifa: uno nel finale della scorsa stagione ed uno all’inizio di questa. “Segnare all’Avellino mi fa male, ma fa parte del mio mestiere” ha dichiarato.

Da gennaio è passato al Pisa e ovviamente l’auspicio è che non segni più contro di noi; alle 18.00 di domani non ci potrà essere spazio per i sentimentalismi: bisogna far punti e regalare un sorriso di Pasquetta ai sostenitori biancoverdi!