Serie B, Pisa deferito al Tribunale Federale Nazionale

Non arrivano buone notizie per il Pisa, una delle concorrenti dell’Avellino nella lotta salvezza: la società è stata infatti deferita al Tribunale Federale Nazionale della FIGC per violazioni CO.VI.SO.C., insieme alla Lucchese, società di Lega Pro. Il Pisa, che da poco ha cambiato gestione, rischia ora dei punti di penalizzazione, come peraltro annunciato poco tempo fa dal presidente onorario dell’Avellino Michele Gubitosa

Questa lo stralcio della sentenza per quanto riguarda la società pisana: “Il Procuratore Federale, a seguito della segnalazione della Covisoc, ha deferito al TFN Sezione Disciplinare il Pisa “per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver versato, entro il 17 ottobre 2016, le ritenute Irpef e i contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di luglio e agosto 2016 e comunque per non aver documentato alla CO.VI.SO.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps sopra indicati. Ciascuno con riferimento ai rispettivi poteri e funzioni, risultanti dagli atti acquisiti come trasmessi dalla Lega competente e ai periodi di svolgimento degli stessi”.

Il Pisa è stato deferito per responsabilità diretta, quindi la penalizzazione appare certa: i punti in meno dovrebbero essere due.