Serie B, Ternana: Ricorso respinto dal giudice sportivo

Svaniscono le speranze della Ternana di avere tre punti a tavolino nel derby contro il Perugia, perso per 0-1 sul campo. Il giudice sportivo ha infatti respinto il ricorso che la società rossoverde aveva formulato per il tesseramento del calciatore Gnahore Vhakka Eddy e il suo utilizzo irregolare. Ecco di seguito la motivazione della sentenza:

“Considerato che, come indicato al punto 11 del Comunicato Ufficiale della F.I.G.C. del 26 aprile 2016, “La decorrenza del tesseramento e, per i professionisti, anche del rapporto contrattuale, è stabilita dalla data di deposito o di arrivo della documentazione presso la Lega competente, purché venga concesso il visto esecutività da parte della medesima Lega, mentre l’utilizzazione sportiva del calciatore sarà possibile dal giorno successivo alla data del visto di esecutività”; verificato che, in data 31 gennaio 2017, l’Ufficio Tesseramento della LNPB rilasciava regolare “visto di esecutività” alla soc. Perugia per il tesseramento dal calciatore Gnahore autorizzandone, di fatto, l’utilizzo; letti, inoltre, i pareri della FIFA, su cessioni di contratto uguali a quello avvenuto tra la soc. Napoli e la soc. Perugia per il calciatore Gnahore, che, considerando “tecniche” alcune operazioni di tesseramento precedenti, di fatto confermano il corretto operato del sopra citato Ufficio Tesseramento; P.Q.M. delibera di rigettare il reclamo della soc. Ternana poiché infondato nel merito, conferma pertanto, il risultato conseguito sul terreno di giuoco”.

Nessuna sanzione per il Verona, in merito ai cori razzisti di sabato al Partenio durante la sfida contro l’Avellino. Per quanto riguarda invece Avellino e Cittadella, nessuna delle due squadre avrà giocatori squalificati per il match del Tombolato.