Sidigas Avellino, per Cusin intervento riuscito

Nella giornata di oggi, l’operazione alla mano destra per il centrale della Sidigas Avellino e della Nazionale Italiana Marco Cusin, è perfettamente riuscito. L’operazione è stata effettuata dal dottor Raffaele Cortina presso la Casa di Cura Santa Maria Teresa di Isola di Liri, provincia di Frosinone.

Cusin, nato a Pordenone il 28 febbraio del 1985, ha riportato durante una seduta di allenamento, prima della partita contro la Juventus Utena, vinta ieri per 74-64, che ha regalato la prima storica qualificazione alla squadra guidata dal coach Stefano Sacripanti, ha subito la rottura del quarto metacarpo della mano destra. I tempi di recupero stimati per il centrale friulano sono di circa due mesi, con una fase di riabilitazione che dovrebbe durare per circa 20 giorni.

Il cestista friulano si è affidato ai social per comunicare a tutti i tifosi e non solo della riuscita dell’intervento, ringraziando i suoi compagni di squadra per la vittoria contro l’Utena, allo staff e ai tifosi. Inoltre ha voluto ringraziare la sua fidanzata per esserle stato accanto in questa giornata molto difficile e travagliata.

Inoltre, la Sidigas, dovrà avere a che fare, non solo con l’infortunio di Cusin, ma anche quello del playmaker statunitense Joe Ragland, che durante la gara di ieri ha riportato una botta alla spalla sinistra. Nella risonanza magnetica effettuata oggi, non risulta nessuna lesione, ma c’è soltanto un’infiammazione con presenza di liquido. Nei prossimi giorni, lo staff valuterà le sue condizioni, al momento la sua presenza nel big match di lunedì contro la EA7 Emporio Armani Milano, è in dubbio.