Sidigas Avellino-Dolomiti Energia Trento 79-69: le pagelle dei biancoverdi

La Sidigas Avellino ha battuto, ai tempi supplementari, la Dolomiti Energia Trento per 79-69, nel posticipo valevole per la 15esima giornata di Serie A. Vediamo quindi le pagelle dei cestisti biancoverdi.

RAGLAND 6: Partita “umana” da parte del fuoriclasse americano, che ci ha abituato a prestazioni monstre durante questa stagione. Nonostante ciò chiude in doppia cifra, a dimostrazione che anche nelle serate peggiori riesce a marcare la partita, come solo i grandi campioni riescono a fare.

GREEN 7.5 (IL MIGLIORE): Partita sottotono del folletto di Philadelphia per i primi 35 minuti….. Si scatena nel finale con due bombe di pregevole fattura che consentono alla Sidigas di restare a galla e poi suggella il tutto sfoderando un supplementare da Campione. Non ci sono più aggettivi per descrivere la grandezza di questo giocatore. Mostruoso

RANDOLPH 4: Assente ingiustificato del match. Senza alcun dubbio la peggior prestazione stagionale del prodotto di Alabama State. Fuori fase sin dai primi scampoli della partita, non riesce ad incidere nei minuti in cui calca il parquet del Del Mauro. Dopo un grande avvio di stagione, sta attraversando un calo fisiologico. Si rifarà.

OBASOHAN 6.5: Partita di sostanza ed energia del belga, che riesce ad essere incisivo nei momenti cruciali del match, a dimostrazione di una maggiore consapevolezza nei propri mezzi. In netta crescita.

THOMAS 6: Molto bene nel primo tempo, un pò meno nel secondo. Ha una classe sopraffina e fuori dal comune ma troppo spesso si assenta dal gioco. Se riuscisse ad essere maggiormente continuo nell’arco dei 40 minuti, potrebbe diventare mortifero.

LEUNEN 6.5: Quando c’è bisogno di aiuto, rivolgersi al buon Martino. Altra prestazione importante dell’americano, il quale è impressionante per la capacità di far sembrare banali anche le cose più difficili. Giocatore poco appariscente ma molto, molto importante.

ZERINI 5.5: Buono il suo approccio alla gara, impreziosita dalla solita grinta e presenza difensiva. Si dissolve completamente nella ripresa, dove non lascia traccia.

FESENKO 6.5: Solito fondamentale apporto del centro ucraino, che fa sentire il suo peso specifico sotto le plance con 13 punti e 9 rimbalzi messi a referto. Molto bene anche dalla lunetta, che tante volte in questa stagione è stato il suo tallone d’achille.

CUSIN 7: Grande prestazione del lungo italiano che, come sempre, fa sentire la sua presenza in difesa, arginando bene i lunghi avversari. Ma è in attacco che fa la differenza. è lui a catturare il rimbalzo decisivo nei secondi finali e a realizzare il tiro libero che porta la partita ai supplementari. è lui che, in coadiuvazione con green, spacca la partita nell’overtime. BIG CUSO.

SEVERINI, PARLATO e ESPOSITO n.e.