Sidigas Avellino-Fesenko, il matrimonio continua

Il centrone ucraino giocherà un altro anno in Irpinia

Il colpaccio tanto atteso è arrivato. Come già preannunciato dalla nostra testata nei giorni scorsi, la Sidigas Avellino ha trovato l’accordo per il rinnovo di Kryvlo Fesenko, che sarà il centro titolare anche nella stagione 2017-2018.

Decisiva, ai fini della trattativa, è stata l’entrata in scena di coach Sacripanti che, approfittando della presenza dell’ucraino in Italia per delle amichevoli con la sua nazionale, ha incontrato il giocatore e lo ha convinto sulla bontà del progetto biancoverde e sulla centralità che avrà il numero 44 nel prossimo mosaico Scandone.

C’è da dire, comunque, che Fesenko già nei giorni scorsi aveva spalancato le porte alla riconferma, spinto dall’amore e dall’empatia verso il pubblico e la città avellinese. Troppo grande l’affetto ricevuto per restare indifferenti e da lì è scaturita la totale apertura verso Avellino, con la società che, senza remore, ha preso la palla al balzo e ha subito riallacciato quei contatti che si erano un po’ dissipati nelle scorse settimane, chiudendo una trattativa che definire fondamentale è un eufemismo.

La conferma di Fesenko è importante sotto molteplici aspetti. In primis, con la presenza del centrone ucraino, la Sidigas può contare su un quintetto di tutto rispetto, omogeneo, tecnico e ben complementare. Fitipaldo in regia, Rich e Wells sugli esterni, Leunen da 4 e Fesenko a fare sportellate sotto i tabelloni. Inoltre, da questo quintetto si evince come tutti, da Fitipaldo a Leunen, siano grandi passatori che potrebbero favorire il gioco di Fesenko, il quale, se servito a dovere, diventa dominante sotto le plance. Le caratteristiche dell’ucraino, a nostro avviso, si sposano alla perfezione in questo roster più di quanto lo siano state lo scorso anno.

Anche a livello umano e di spogliatoio, la sua conferma è inestimabile. Il carisma e la cattiveria agonistica che Fesenko annovera nelle sue peculiarità, sono ben conosciute e apprezzate da tutti e saranno utilissime in una squadra che vedrà lui e Leunen come gli uomini guida in un nuovo ciclo.

L’ufficialità arriverà la prossima settimana, così come quella di D’Ercole. Ora, manca solo un tassello per completare il mosaico Scandone. Il prescelto per ricoprire questo spot è Jarrod Jones, l’anno scorso eletto come uno dei migliori centri del campionato italiano con la maglia di Pesaro. È un centro diverso rispetto a Fesenko ma anch’esso dominante a suo modo e sarebbe un altro colpo da novanta in una scuderia, quella Sidigas, sempre più lussuosa.

Jones ha dato piena disponibilità ai biancoverdi ma la concorrenza è tanta e servirà tempo per escogitare il piano migliore per superare tutti ed accappararsi un altro gran bel giocatore. Con Jones e Fesenko il settore lunghi diverrebbe, e non paventiamo di essere smentiti, il migliore di tutto il campionato italiano. La Sidigas è quasi pronta, e voi?